Controlli della polizia provinciale, sequestrata autocarrozzeria a Nocera e deposito di rifiuti speciali a Pagani

314

polizia-provinciale-300x225Gli agenti del Nucleo Operativo di Polizia Ambientale, diretti dal Dirigente Comandante, Giuseppe D’Acunzi, coordinati dal Maggiore Anna Maria Azzato, nel corso delle indagini su Delega del Procuratore Capo della Repubblica presso il Tribunale Ordinario di Nocera Inferiore, Giovanni Francesco Izzo, hanno sottoposto a sequestro penale, in località Fiano del Comune di Nocera Inferiore, un’autocarrozzeria, la relativa strumentazione e l’area di pertinenza, di circa 500 mq.

Il titolare della ditta individuale (F.G., residente in Nocera Inferiore, di anni 50) è stato deferito alla competente Autorità Giudiziaria per immissione incontrollata di fumi e polveri in atmosfera, per deposito e gestione illecita di rifiuti speciali pericolosi e non pericolosi e per aver svolto attività “di fatto” di demolizione veicoli, in assenza della prescritta autorizzazione.

Sono stati sottoposti a sequestro penale anche 5 veicoli fuori uso, un edificio adibito a deposito e svariate quantità di materiali e di rifiuti speciali pericolosi provenienti dall’attività di smontaggio e riparazione veicoli.

Sono in corso ulteriori accertamenti relativi agli atti amministrativi esibiti dall’azienda; la conferma delle mancanze ed anomalie già riscontrate, darebbe luogo a sanzioni amministrative pecuniarie per un importo di circa € 10.000,00.

Nel corso di questa indagine di Polizia Giudiziaria, nominata “Passo dell’Orco”, gli agenti avevano già deferito il titolare di un’officina meccanica presente nella stessa zona (M.F., residente in Nocera Inferiore, di anni 49) all’Autorità Giudiziaria competente, per gestione illecita di rifiuti speciali pericolosi e non pericolosi; allo stesso titolare era stata comminata anche una sanzione amministrativa pecuniaria di circa € 6.000,00.

La coordinatrice del Nucleo, Anna Maria Azzato, ha già da tempo disposto una serie di controlli nell’Agro Nocerino Sarnese, al fine di contrastare efficacemente la gestione, il deposito, il trasporto e l’abbandono di rifiuti speciali pericolosi e non pericolosi, che interessano questa specifica area della provincia di Salerno.

Nello svolgimento di tali controlli, gli agenti del N.O.P.A. hanno sottoposto a sequestro penale un’area sterrata (di circa 1.200 metri quadrati), sita nel Comune di Pagani e contigua all’Alveo Comune Nocerino, illecitamente utilizzata per il deposito incontrollato di circa 600 metri cubi di rifiuti speciali, provenienti da attività di demolizioni edili e da opere di scavo della sede stradale. A seguito delle indagini svolte sono stati deferiti all’Autorità Giudiziaria, in concorso di reato tra loro ex art. 110 C.P., il proprietario  del fondo (R.G. di anni 49 e residente nel Comune di San Marzano sul Sarno) e il legale rappresentante di un’impresa edile di Torre Annunziata (P.A. di anni 55 e residente nel Comune di Torre del Greco), per il reato previsto dall’art. 256 comma 2 del D. Lgs. n° 152 del 2006 e s.m.i.

Inoltre, durante un servizio di contrasto al trasporto illecito di rifiuti speciali, gli agenti del Nucleo di Polizia Ambientale hanno sottoposto a sequestro penale, in agro del Comune di Nocera Inferiore, un motocarro utilizzato da cittadino rumeno (L.A. di anni 30, residente a Nocera Inferiore e sprovvisto di patente di guida) per la violazione dell’art. 212 del Decreto Legislativo n° 152 del 2006 e s.m.i. Gli agenti hanno deferito il conducente del veicolo alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Nocera Inferiore per i reati previsti dall’art. 116 C.d.S., dall’art. 212 del D.Lgs. n° 152 del 2006 e s.m.i. e dall’art. 648-bis C.P.

Nell’ambito dei successivi controlli effettuati, gli agenti hanno deferito alla competente Autorità Giudiziaria un altro cittadino rumeno (B. N. N. di anni 29, domiciliato in Boscoreale) per i reati di cui agli art. 110 e 648-bis C.P., e un cittadino di Torre del Greco (C.G. di anni 51) per il reato di cui all’art. 335 C.P.