Cento Autori presenta Il Casalese

211

copertina casaleseUn libro per sconfiggere la cultura dell’illegalità”: è lo slogan utilizzato da Cento Autori per presentare l’ultima delle iniziative partorite sotto le insegne della casa editrice che, due anni e mezzo fa, portò alla ribalta della cronaca la vicenda politica e giudiziaria dell’ex sottosegretario all’Economia ed ex coordinatore del Pdl in Campania, Nicola Cosentino. Nonché i metodi di reclutamento e di formazione di una parte della classe politica in Campania.

Duemila copie del volume “Il Casalese. Ascesa e tramonto di un leader politico di Terra di Lavoro”, scritto da Massimiliano Amato, Arnaldo Capezzuto, Corrado Castiglione, Giuseppe Crimaldi, Antonio Di Costanzo, Luisa Maradei, Peppe Papa, Ciro Pellegrino, Enzo Senatore, con postfazione di Gianni Cerchia, saranno spedite gratuitamente alle biblioteche di almeno cinquecento istituti scolastici italiani, che in parte hanno già aderito all’iniziativa.

“In questo clima di gran confusione politica ed istituzionale, che regna in Italia, corriamo il serio rischio che tra qualche anno si potrebbero confondere le cause che hanno generato il caos, con i disastrosi effetti”, spiega il presidente della Cento Autori, Pietro Valente.

“Per questo motivo abbiamo deciso di trasferire alle giovani generazioni un inquietante spaccato di storia recente, esemplificativo di un modo di generare consenso nelle regioni del Sud. La parabola politica e giudiziaria dell’ex uomo forte di Berlusconi in Campania, eviscerata in modo mirabile da nove giornalisti, è una straordinaria lezione di civiltà, di legalità, di professionalità e di coraggio che vale la pena trasferire ai più giovani, nella speranza che il Paese, e la nostra regione in particolare, tornino ad essere ‘normali’. Ovvero non condizionati da poteri esogeni alla cultura democratica”.

Share