“Quel Pinocchio di Vinanti”, mostra di beneficenza di Trame Africane nel ricordo di Sara De Vizio

474

sara trame africaneL’arte ha incontrato la solidarietà nella mostra di beneficenza per Trame Africane “Quel Pinocchio di Vinanti “, inaugurata lo scorso 22 febbraio.

Lo Sporting Casino Sociale di Nocera Inferiore ha ospitato un evento davvero speciale, una mostra del pittore fiorentino Maurizio Vinanti, dedicata a Pinocchio. Al termine dell’esposizione sono state battute all’asta alcune delle opere esposte, selezionate da un team di appassionati, con la partecipazione della storica testimonial di Trame Africane, Maria Bolignano, madrina della manifestazione e banditrice d’eccezione.

La Mostra, intitolata “Quel Pinocchio di Vinanti”, non è stata una semplice esposizione di belle opere, ma un’occasione per dare un contributo concreto al Machaka Project, infatti l’intero ricavato della vendita delle opere è destinato ai lavori di ristrutturazione del St. Therese Hospital di Kiirua, in Kenya.
La manifestazione è stata l’occasione per proporre altre piacevoli e interessanti attività/possibilità di sostegno al Machaka project, tra cui una segnalazione speciale merita la presentazione di vini dei Viticoltori De Conciliis (Naima, Donnaluna), che hanno preparato, per l’occasione, alcune bottiglie molto esclusive con un’etichetta altrettanto esclusiva disegnata dal Maestro Vinanti.
Pasquale Coppola, responsabile di Trame Africane, afferma: “La preparazione di questo evento mi ha come sempre emozionato molto. Maurizio e la moglie Carla sono persone stupende, di una purezza e di una bontà che si fa fatica a trovare nel mondo di oggi. Ci siamo conosciuti nel 2003, grazie a Ciro Vecchiarini della Koinè, che ha offerto il suo prezioso contributo nell’organizzazione di questo evento e che non ringrazierò mai abbastanza. Da allora Maurizio e Carla ci hanno seguito con affetto e attenzione e ci hanno supportato in maniera concreta grazie a tante iniziative che ci hanno permesso di raccogliere fondi e farci conoscere da nuovi amici in giro per l’Italia. Se a questo aggiungiamo il modo in cui tutti i componenti dello Sporting Casino Sociale ci hanno accolto, l’impegno e la disponibilità di Bruno e di tutta la famiglia De Conciliis, che hanno profuso, e l’entusiasmo e l’affetto che Maria Bolignano ci ha dimostrato, è semplice per tutti comprendere quanta gioia ho provato nell’organizzare questo appuntamento”.

Pasquale Coppola, aggiunge: “Quanto  raccolto durante la mostra verrà destinato interamente alla continuazione dei lavori di ristrutturazione del St. Therese Hospital di Kiirua (Kenya). Un impegno enorme per la nostra associazione, che stiamo portando avanti grazie all’aiuto di tantissimi amici e all’impegno delle Little Sisters of St. Therese of the Child Jesus, nostre partner per l’intero Machaka project, con risultati eccellenti. Sono oltre centomila le persone che vengono curate ogni anno nel nostro ospedale, divenuto il punto di riferimento dell’intera regione del Meru, e che rappresenta soprattutto una risposta forte alla gravissima emergenza sanitaria che travaglia questa poverissima regione del Kenya”.

L’intera Associazione come sempre si impegna per un nobile progetto, nonostante stia vivendo un momento di grande tristezza e commozione, per la prematura scomparsa di Sara De Vizio, considerata da tutti una parte importante di Trame Africane. Questo è il ricordo del presidente Pasquale Coppola: “Sara, la persona più buona che abbia mai conosciuto, semplice ed umile, entrava nella vita delle persone in silenzio, con discrezione per poi divenire un riferimento per tutti. Non alzava mai la voce, disponibile per tutti, si preoccupava sempre per gli altri e dispensava a tutti dolcezza e pace. Amica di una vita aveva da poco iniziato a condividere il sogno di Trame Africane e l’ha fatto con tanta intensità ed entusiasmo da divenirne fin da subito una protagonista importante. Qualche giorno fa un brutto male ce l’ha portata via lasciando in tutti noi un vuoto incolmabile. Ci manca Sara, ci manca poterla abbracciare, ci manca poterla toccare, accarezzare, ascoltare. Ci manca Sara e ci mancherà sempre di più. Ma sarà una mancanza solo fisica perchè la mia, la nostra amica Sara continuerà a vivere nei nostri cuori per tutta la vita, e non è un modo di dire. Lei vivrà in tutto quello che faremo, nei nostri pensieri, nei nostri sogni e nelle nostre azioni. Lei sarà con noi e ci aprirà la strada dall’alto. Me la immagino al mattino alzarsi col sorriso di sempre stampato sul viso e poi, elmetto in testa e coltello fra i denti, via a combattere contro gli omini cattivi…per proteggerci e difenderci, per sostenere e confortare tutti noi che Le abbiamo voluto e Le continueremo a volere infinitamente bene! Io sto con Sara… Noi stiamo con Sara….ASANTE SANA SANA SARA!!!”.

Con Trame Africane l’arte incontra la solidarietà, per continuare a sperare in un sogno da realizzare, proprio come avrebbe desiderato Sara.

Agnese Serrapica

 

 

 

 

Share

Lascia una risposta