Avventore colpito a sangue in un bar: regolamento di conti a due passi dal Municipio

243

Municipio di ErcolanoRaid a Ercolano . Due uomini sopraggiunti in Corso Resina in sella ad una potente moto si sono fermati nei pressi di un bar poco distante dal palazzo di città e dopo aver fatto irruzione nell’esercizio commerciale hanno usato i caschi per colpire ripetutamente uno dei presenti. Subito dopo si sono dati alla fuga mentre l’uomo è stato trasportato in ospedale. Ancora violenza, ancora regolamenti di conti ad un passo dal municipio e ad un tiro di schioppo dalla roccaforte del clan Birra.

Solo pochi giorni fa il sindaco aveva parlato di un paese in cui la camorra non “dimorava più” : ed ecco che prepotente e spietato il ruggito della criminalità ha raggelato la comunità degli scavi rispondendo con brutale violenza all’ottimismo del primo cittadino di Ercolano Vincenzo Strazzullo.

Certamente non basterà un episodio a ledere l’intensità nella lotta al malaffare sempre profusa dal leader Strazzullo a cui va in tal senso la piena fiducia dei residenti.

Nelle prossime ore le forze dell’ordine potrebbero chiarire l’accaduto chiudendo in tempi ridottissimi le indagini sull’aggressione .

Violenza efferata, brutalità e prevaricazione violenta continuano a scandire i ritmi della quotidianità di una delle aree più rappresentative dell’hinterland vesuviano.

Ci si augura solo che la coscienza civile della gente abbia risentito in positivo delle massicce campagne di sensibilizzazione fortemente volute in paese dall’amministrazione comunale, dalle associazioni volontarie e dalle forze di polizia sempre meticolosamente impegnate nel monitorare il territorio ercolanese .

Alfonso Maria Liguori.

Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano
Condividi
PrecedenteProtezione civile, “soddisfatti per l’adozione piano proposto dall’associazione Gabriele De Rosa”
SuccessivoPresentazione del libro “I Giri d’Angolo di Salvatore Violante”
Pubblicista, con formazione scolastica classica e frequenza universitaria presso l'Ateneo Federico II di Napoli (corso di Laurea in Filosofia). Dal 2003 "Aml" è nato, giornalisticamente parlando, con il settimanale diocesano della Curia di Napoli "Nuova Stagione". Successivamente collabora con Cronache di Napoli, con Metropolis, con Napoli Più, svolgendo nel contempo attività di pubbliche relazioni e portavoce di politici. Impegnato nel sociale nel 2003 ha preso parte ad un progetto sociale per il recupero di minori a rischio promosso dall'associazione onlus "Figli in Famiglia" in collaborazione con il Tribunale per i Minori di Napoli. Ha curato eventi di solidarietà per associazioni onlus in favore di noti ospedali partenopei in collaborazione con l'Ubi Banca Popolare di Ancora. Ha diretto la trasmissione televisiva "Riflettori su Ercolano" (a sfondo sociale) per Tele Torre. Profondo conoscitore della strada e dei complessi meccanismi sociali che caratterizzano le problematiche di Napoli e della sua provincia, da anni collabora attivamente con il Gazzettino vesuviano.

Lascia una risposta