Affido familiare, convegno all’istituto “Serao” di Volla

288

MaurielloLunedì 7 Aprile alle ore 16.30 presso l’auditorium dell’I.C.” M.Serao” – Volla – l’Assessorato alle Politiche Sociali ha organizzato un Convegno Informativo sull’Istituto Giuridico dell’Affido Familiare.

Il Convegno è stato organizzato nell’intento di sostenere, sensibilizzare e promuovere la cultura dell’affidamento familiare ponendo sempre maggiore attenzione ai temi inerenti la tutela e la protezione dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, sostiene la Prof.ssa Simona Mauriello. Quello dell’Affido Familiare, prosegue l’Assessore alle Politiche Sociali, è uno strumento di solidarietà sociale, fornisce una risposta concreta ai bambini e agli adolescenti che aspettano un aiuto, garantendo loro di poter crescere in un ambiente familiare protettivo, per il periodo in cui la famiglia si trova in difficoltà e non può prendersi cura di loro.

L’affido è un’esperienza temporanea, che possono fare persone singole o in coppia, per poche ore o con un impegno più costante e a lungo termine.
Si realizza attraverso la disponibilità di persone che possano offrire al minore il sostegno di un ambiente familiare che lo accompagni temporaneamente nel suo percorso. Pertanto, credo che sia fondamentale sensibilizzare la cittadinanza al tema dell’accoglienza, suscitando l’interesse ad intraprendere tale esperienza.

In un momento di crisi economica e sociale che attraversiamo, aumentano sempre più situazioni familiari difficili da gestire, per cui quello dell’affido familiare è una risposta concreta di supporto e accoglienza a bambini ed adolescenti che necessitano di un contesto alternativo a quello familiare.
In tal senso l’affido può essere inteso come un’occasione di crescita condivisa per tutti coloro che vi sono coinvolti: il minore in difficoltà, le due famiglie, d’origine e affidataria.

Dopo i saluti istituzionali,interverranno la Dott.ssa Gemma Tuccillo Magistrato del Tribunale dei Minori, la Presidente UNICEF Margherita Dini Ciacci.

Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano

Lascia una risposta