Scuola, sostegno: Non un’ora in meno!

570

Grande risultato per il legale ANIEF di Castellammare di Stabia (Na) avv.to Aldo Esposito, coadiuvato dal collega avv.to Ciro Santonicola, che insieme al responsabile ANIEF territoriale Ins. Capriglione Antonio, in riferimento al ricorso presentato contro il Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca ed avente ad oggetto il riconoscimento del sostegno didattico di un docente specializzato in favore di un alunno disabile per complessive 24 ore settimanali, a fronte di un provvedimento iniziale che aveva deliberato l’assegnazione di sole 14 ore settimanali di sostegno.
tarIl T.A.R Campania, Sez. VIII, recependo pienamente le argomentazioni dei legali ANIEF, con sentenza depositata in data 08/04/2014 ha dichiarato “l’obbligo dell’Amministrazione resistente di garantire all’alunno il supporto scolastico di sostegno per n. 24 ore settimanali”.

Stesso risultato, con una sentenza della stessa natura del 16/04/2014, per un alunno di Vico Equense.

Ancora una volta l’ANIEF è a favore del riconoscimento agli alunni disabili della pari dignità sociale e diritto all’educazione come scritto nell’Art.3 della Costituzione. Ciò che l’amministrazione toglie ai nostri ragazzi per mero fine economico, il giudice lo riassegna perché i diritti degli alunni non sono merce di scambio o numeri da associare a riduzione di spesa pubblica.

Continua quindi in modo positivo il progetto “Sostegno: non un’ora di meno!” che l’ANIEF ha avviato un anno fa gratuitamente grazie alla disponibilità e sensibilità dei propri avvocati che hanno anteposto il bene degli alunni con handicap a qualsiasi tipo di compenso professionale.

L’ANIEF chiede, anche per l’anno prossimo, ai dirigenti scolastici, ai referenti di sostegno e a tutti i docenti in servizio presso le scuole italiane di attivarsi e di segnalare immediatamente al nostro sindacato le ore di sostegno negate agli alunni con disabilità grave scrivendo al seguente indirizzo di posta elettronica: sostegno@anief.net o napoli@anief.net.

L’ANIEF rivolge, per il futuro, un accorato appello a tutti gli insegnanti e gli operatori della scuola perché si impegnino a contribuire attivamente alla riuscita dell’iniziativa “Sostegno: non un’ora di meno!”, unico modo per garantire nell’immediato una scuola veramente aperta a tutti.

 

Stefano Cavallini

Presidente Regionale Anief Campania

Share