Intervista ad Elena Starace

elena starace 071Come è nata la passione per lo spettacolo?

A quattordici anni ho iniziato a frequentare, insieme a mio padre un laboratorio teatrale, grazie al saggio consiglio di mia madre che tentava di farmi superare la mia forte timidezza. Ho studiato per dieci anni danza classica ma dopo il primo spettacolo da attrice mi è stato subito chiaro che quel tipo di comunicazione lì, quello della dimensione recitativa, era il più affine al mio modo di essere. Ho iniziato a intraprendere un percorso di ricerca e non ho mai più smesso.

Quali sono state le esperienze a cui sei più legata dopo tanti anni?

Sono legata a tutto ciò che ha fatto parte del mio passato, perché cerco sempre di trovare la lezione che ogni avvenimento, circostanza o persona riesce ad offrirti.

Come trascorri il tempo libero quando non sei impegnata?

Leggo molto, scrivo, vado al cinema, scopro nuove città, nuovi usi, nuove lingue. L’amore per la vita mi spinge ad imparare e migliorare sempre, ogni giorno e nei campi più disparati, dalla cucina, alla cura degli animali, all’arredamento. Sono curiosa di vedere fin dove posso arrivare, quello che posso dare e ricevere dal nuovo e dallo sconosciuto.

Quali sono stati i tuoi ispiratori?

Penelope Cruz, Kate Winslet, Maryl Streep, Pina Bausch e moltissimi scrittori perché mentre leggevo le loro pagine e i loro personaggi avevo un desiderio tremendo di interpretarli.

Riassumeresti il tuo percorso artistico per chi ancora non ti conosce?

Ho una formazione teatrale per la quale devo ringraziare gli strepitosi insegnanti dell’Accademia EUTHECA di Cinecittà Campus diretta da Federica Tatulli. Due anni fa ho intrapreso la carriera televisiva interpretando il personaggio di Giovanna Perrone nella serie tv di Canale 5 “ Benvenuti a Tavola” ricoprendo lo stesso ruolo in “Benvenuti a Tavola 2”. Subito dopo sono stata scelta dal regista Stefano Sollima per il ruolo di Noemi nella serie tv Sky “Gomorra la Serie” in onda dal 6 Maggio 2014. A Marzo 2014 ho interpretato Teresa Capuano nel film tv di RaiUno “Per Amore del mio Popolo-Don Diana” con Alessandro Preziosi e diretto da Anotnio Frazzi.

Se dovessi guardare al futuro, come ti immagineresti?

In una favolosa casa in campagna che ho costruito nel tempo curando ogni dettaglio con attenzione e amore, magari ristrutturando un vecchio rudere, circondata da alberi da frutto e animali.

Quali pensi siano le doti fondamentali che un’attrice di successo deve avere?

Ascolto, intuito, freddezza e sensibilità in misure non troppo distanti in modo che l’una non superi l’altra, umiltà, rispetto ed educazione, generosità, duttilità e forte energia positiva.

 

Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano
Condividi
PrecedenteL’I.C De Curtis di Casavatore trionfa a PulciNellaMente
SuccessivoComicon Napoli 2014: si conclude l’edizione dei record
Il giornale “il Gazzettino vesuviano”, fondato nel 1971 da Pasquale Cirillo e attualmente diretto da Gennaro Cirillo, si interessa principalmente delle tematiche legate al territorio vesuviano e campano; dalla politica locale e regionale, a quella cultura che fonda le proprie radici nelle tradizioni ed è alla base delle tante associazioni e realtà che operano sul territorio.Siamo impegnati a garantire la massima qualità e la massima integrità nel nostro lavoro giornalistico. Ci impegniamo a mantenere alti standard etici e professionali, evitando qualsiasi conflitto di interesse che possa compromettere la nostra indipendenza e la nostra imparzialità.Il nostro obiettivo è quello di fornire ai nostri lettori notizie e informazioni affidabili su una vasta gamma di argomenti, dalle notizie di attualità ai reportage approfonditi, dalle recensioni ai commenti e alle opinioni. Siamo aperti a suggerimenti e proposte dai nostri lettori, e ci impegniamo a mantenere un dialogo aperto e costruttivo con la nostra community.