“Rivivi la città”: una giornata all’insegna dello sport e dell’identità del territorio

262

Pierina Di Stefano1“Rivivi la città”: una giornata di sport e passione che possa fare da raccordo a diversi settori e rilanciare il turismo e l’occupazione. È l’iniziativa che intende portare avanti l’avvocato Pierina Di Stefano, candidata al consiglio comunale alle prossime elezioni amministrative nella lista “Gragnano Bene Comune” di Antonio Di Martino, a sostegno del candidato sindaco Paolo Cimmino. La proposta della Di Stefano, già segretaria del Centro Studi del Movimento Nuova Repubblica (il cui segretario nazionale è Manfredi Ravetto mentre il referente regionale è l’avvocato Gennaro Torrese), è ispirata ai punti del programma elettorale “Gragnano Città Virtuosa” della lista Gragnano Bene Comune.

«Faccio parte da circa due anni di un gruppo amatoriale di ciclismo chiamato Mtb Oplonti. Quella per lo sport è una passione che ho riscoperto, dopo un passato da podista, e che vivo intensamente. Lo sport può aiutarci a superare le criticità fisiche e psicologiche della vita, oltre che ad allontanarci da derive negative. – ha spiegato la Di Stefano – ‘Rivivi la città’ sarebbe dunque progettata in quanto giornata dedicata all’aggregazione, al coinvolgimento dei Comuni limitrofi. Un evento importantissimo per il territorio, un prezioso anello di congiunzione tra i settori del turismo, del naturalismo, dell’enogastronomia, dell’ambiente e della cultura, anche attraverso il coordinamento delle associazioni di categoria, dei consorzi, della Camera di Commercio».

La manifestazione, insomma, verterebbe su una gara sportiva come il triathlon, attorno alla quale costruire una serie di eventi per la promozione del territorio, come visite alla Valle dei Mulini: un modo per far riscoprire ai gragnanesi la propria identità storica, la propria unicità.

«Sarebbe fondamentale inoltre – ha continuato la candidata del della lista Gragnano Bene Comune – creare un Ufficio comunale dedicato alla ricerca dei fondi europei, da utilizzarsi anche per la segnalazione di bandi regionali, nazionali ed europei finalizzati a progetti in ambito sportivo. Si avrebbe così un punto di riferimento per la ricerca di contributi per attività sportive, per l’organizzazione di manifestazioni, per la costruzione di impianti sportivi, per il miglioramento dell’attrezzistica negli edifici scolastici».

Un ruolo importantissimo lo avrebbero le scuole non solo di Gragnano ma di tutto il comprensorio. “Rivivi la città” sarebbe anche un modo per rilanciare con forza la tematica ambientale.

«Credo sia essenziale – ha concluso la segretaria del Centro Studi del Movimento Nuova Repubblica – sensibilizzare i giovani nelle scuole attraverso programmi educativi sul cibo e sulla
sostenibilità ambientale, così da insegnar loro ad evitare gli sprechi, a ridurre e riciclare i rifiuti. Solo in questo modo si può perseguire quella svolta culturale necessaria affinché si diffondano le pratiche virtuose della gestione del territorio e della tutela del paesaggio per far ripartire l’economia. Limitarsi alle sole riqualificazioni ambientali talvolta non basta se non si sono formate, prima di tutto, le coscienze».