Arresto Romano, Borrelli (Verdi): “Cosa aspetta Caldoro a mandare tutti a casa?”

269

borrelliPaolo Romano, presidente del Consiglio regionale della Campania e candidato alle elezioni europee per il Nuovo centro destra, è stato arrestato questa mattina dalla Guardia di Finanza di Caserta per tentata concussione sulla scorta di un’ordinanza di custodia cautelare chiesta ed ottenuta dalla Procura di Santa Maria Capua Vetere. Il presidente del Consiglio regionale della Campania è stato posto ai domiciliari.

“La domanda che si pone il popolo campano è oramai una sola – dichiara il membro dell’esecutivo nazionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli – ma cosa aspetta il Presidente della Regione Caldoro a dare le dimissioni? La maggioranza che lo portò alla vittoria nel 2010 da Cosentino fino a Romano è stata falcidiata da inchieste e arresti. Questa esperienza politica è giunta al termine e prolungarla significa solo sottoporre i poveri cittadini campani ad ulteriori disservizi e all’umiliazione di andare a finire costantemente sui mass media per vicende inaudite.

Si parla tra l’altro di nuovi e imminenti arresti nella compagine politica e amministrativa che sostiene Caldoro ancora più eclatanti che dovrebbero avvenire nei prossimi mesi e che travolgerebbero anche dei membri della giunta. Infine ci domandiamo come mai alcuni consiglieri regionali come ad esempio l’esponente di centro destra Angelo Marino, che si è reso protagonista negli ultimi giorni dell’ incredibile richiesta di dimissioni di un assessore di Casoria rea di aver pubblicato sulla propria bacheca di fb per scherzo una fontana a forma di fallo e quindi secondo lui di aver offeso il comune senso del pudore, non ritenga opportuno chiedere con altrettanta determinazione che il consiglio regionale vada a casa definitivamente. Le vicende giudiziarie che stanno emergendo e per cui tanti politici sono stati arrestati o messi sotto inchiesta recentemente non offendono in modo ancora più grave la pubblica morale campana?”.

Share