Juve Stabia, trasferta a Brescia

braglia juve stabiaLa Juve Stabia si appresta a chiudere la stagione di serie B affrontando Domenica sera l’ultima trasferta in quel di Brescia, per chiudere poi venerdì 30 Maggio in casa contro il Carpi.

La squadra di mister Braglia ci sta mettendo tanto impegno per concludere al meglio questa sfortunata annata agonistica sebbene sia già retrocessa. Nell’ultimo match casalingo le Vespe hanno stoppato l’ascesa ai play off del Crotone costringendo al pareggio per 2 a 2 i pitagorici. I giallo-blu hanno offerto una lodevole prestazione sfiorando anche il successo visto che i calabresi hanno pareggiato solo nel finale grazie ad una punizione di Giannone. Gli stabiesi erano passati in vantaggio nel primo tempo grazie al bomber Doukara, poi gli uomini di mister Drago hanno impattato su rigore di Bernardeschi. Nella ripresa capitan Caserta, autore di una magistrale prova, siglava un gol spettacolo con un lob che dai venticinque metri defilato sulla destra beffava Gomis. I giallo-blu hanno poi retto bene alle controffensive del Crotone che con Diop hanno sprecato un paio di occasioni gol, rintuzzando gli attacchi e giostrando in contropiede.

Doukara, Sowe e poi Liviero hanno avuto anche il colpo del ko ma le loro conclusioni non sono state precise nello specchio della porta. Nel finale, come contro Avellino e Latina al Menti, arriva il gol beffa che priva le Vespe di una vittoria che ai punti sarebbe stata sicuramente meritata per quanto visto in campo, dove il gap in classifica tra le due contendenti non si è assolutamente avvertito. Mister Braglia così analizza la gara: “Ancora una volta siamo stati sfortunati nel non cogliere un successo che sarebbe stato pienamente meritato. La squadra si è impegnata al massimo delle forze ma ci ritroviamo con un pugno di mosche in mano come è successo tante volte in questo campionato”. Vari i giovani schierati in campo come Cardore, Elefante e Guarino: “Si sono ben disimpegnati -sottolinea il mister-mostrando personalità e tanta abnegazione”. Il miglior in campo del match è stato capitan Caserta: “Sarà un elemento importante per la Juve Stabia da cui ripartire per il prossimo campionato di Lega Pro. Nonostante la non più giovane età ha ancora dimostrato di avere tanta voglia nel rimettersi in gioco e rappresenta un punto di riferimento per i suoi compagni di squadra”-conclude mister Braglia.

In attesa del prossimo match in trasferta contro il Brescia, squadra già salva e senza più obiettivi,  i rumors sul futuro allenatore della Juve Stabia si rincorrono. Salvatore Campilongo è stato avvistato Sabato scorso in tribuna: l’ex di Ischia, Frosinone e Cavese è uno dei papabili per la futura panchina gialloblu, ma ultimamente stanno anche salendo le quotazioni di Pancaro, ex calciatore della Lazio, con alcune esperienze di allenatore in seconda. Da decidere anche il nome del ds: in pole Dionisio, ex di Avellino e Cavese , profondo conoscitore della Lega Pro e sempre ben distintosi nelle ricostruzioni dei club con  calciatori di qualità per la categoria. La società dovrà anche valutare eventuali rinnovi per i calciatori di sua proprietà come Di Carmine, Lanzaro, Ciancio,  Romeo, fermo restando la riconferma di Caserta che ha già fatto sapere di voler rimanere alla Juve Stabia.

Tra i vari prestiti merita una menzione quello di Doukara che negli ultimi mesi sta davvero sciorinando belle prestazioni: il bomber è di proprietà del Catania che potrebbe pensare di lasciarlo alle Vespe se l’attaccante dovesse rientrare nei piani del nuovo trainer.

L’associazione sportiva e culturale StabiAmore nella giornata di domani 21 maggio consegnerà un’onoreficienza all’allenatore della Juve Stabia Piero Braglia per ringraziarlo del contributo dato all’immagine della città nei 4 anni trascorsi alla guida delle “vespe”.

 

La consegna avverrà presso lo stadio “Romeo Menti” alla fine dell’allenamento pomeridiano.


Domenico Ferraro

Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano