Ritrovato il corpo di Carlo Cascone scomparso ieri

712

 

cascone 1Concluse nel peggiore dei modi le ricerche di Carlo Cascone. Il 45enne residente in zona Ponte Persica scomparso da ieri, è stato ritrovato senza vita nella acque del fiume Sarno, all’altezza della foce di Rovigliano, incastrato fra gli scogli.

La terribile notizia risale a qualche ora fa. A seguito di operazioni di scandaglio delle acque che hanno interessato specie l’ultimo tratto del Sarno, si è giunti alla terribile scoperta.

Il cadavere di Carlo Cascone è stato ritrovato incastrato fra gli scogli alla foce del Sarno in zona Rovigliano, poco più tardi delle ore 16:00 di oggi. Il recupero è stato effettuato dai sommozzatoti dei Vigili del Fuoco e dagli uomini della Guardia Costiera, in direzione della spiaggia torrese della Salera.

Al momento si sta procedendo all’identificazione ufficiale da parte dei parenti presso l’obitorio dell’ospedale di Castellammare di Stabia.

L’auto dell’uomo, una Renault modello Twingo di colore blu, è stata ritrovata nel tratto di strada che costeggia il fiume tristemente noto, parcheggiata di fronte allo stabilimento della casa farmaceutica Novartis.

Una sosta resa preoccupante dal fatto che non ci sarebbe stata risposta alcuna alle numerose telefonate arrivate sul cellulare dell’uomo, che sarebbe risultato spento e lasciato a casa, assieme ai documenti e al portafoglio.

Il 45enne non lavorava più come benzinaio da qualche tempo, ma pare non avesse grossi problemi economici. Più complicata, invece, la sua situazione di salute. Cascone, infatti, avrebbe un peacemaker, dispositivo che gli fu installato a seguito di un infarto. La sua condizione gli potrebbe aver fatto maturare l’idea dell’insano gesto.

Un triste epilogo che getta ancora una volta un’ombra scura sul fiume Sarno nelle cui acque, nel giro di pochi mesi, hanno perso la vita ben tre persone. Carlo Cascone infatti è solo l’ultimo in ordine di tempo.

Il melmoso fiume è lo stesso dove trovarono la morte Nunzia Cascone ed Anna Ruggirello, madre e figlia, sbalzate nel Sarno a seguito di un incidente mortale.

Marianna Di Paolo

Share

Lascia una risposta