Successo per il IV Festival Regionale di Regia Teatrale

246

Giuria IV Premio Regia Teatrale FITA - Scisciano 2.6.2014A Scisciano lo scorso 2 giugno, Festa della Repubblica, presso il Teatro Comunale si tenuto il per il quarto anno il Premio Regionale di Regia Teatrale, promosso dalla FITA, Federazione Italiana Teatro Amatori in Campania con il Presidente Pasquale Manfredi ed il Patrocinio dell’Ente Autonomo Teatro di Scisciano. A seguire la manifestazione vi erano il Sindaco di Scisciano Prof. Edoardo Serpico con l’Assessore alla Cultura e Politiche Sociali, dott.ssa Giovanna Napolitano ed il Sindaco di San Vitaliano, dott. Antonio Falcone protagonisti a loro volta sulla scena politica con innovative azioni amministrative per il bene delle loro popolazioni.
I concorrenti, registi di compagnie teatrali aderenti alla FITA, sono stati chiamati in palcoscenico nel seguente ordine: Giuseppe La Rezza, “Altraccademia” di Scisciano; Lello Genovese, “Tra palco e realtà” di Portici; Thomas Mugnano,“ Matt’Attori” di Roccarainola; Vanni Isabella, “Anema e core” di Alvignano in provincia di Caserta; Gennaro Cipriano, “Trikkabballakke” di Scafati; Eva De Rosa, “Senza Fili” di Caserta.

La giuria comprendeva una commissione delle compagnie FITA coordinata dal Segretario Regionale, Franco Di Lorenzo ed una commissione tecnica così formata: Vincenzo Ascione, rappresentante FITA; Ciro Perris, Presidente dell’Ente Teatro Autonomo di Scisciano; Antonio Castaldo, Sociologo e Giornalista; Carlo Postiglione, Scenografo e Presidente Intercral Campania; Massimo Andrei, Attore e Regista, autore del testo inedito da cui è stato tratto il brano messo in scena: “Pappadà. Molti colori, molti dolori”.
La brillante conduzione del presentatore Raffaele Ariola con le sue doti attoriali, garbo ed ironia ha messo il numeroso pubblico a proprio agio intercalando le diversificate rappresentazioni teatrali dirette dai bravi registi in concorso. Tali concorrenti si sono prodotti nelle messe in scena personalizzate, secondo i gradi di libertà concessi dal regolamento FITA, affrontando il testo di grande attualità, intorno all’immigrazione, lo straniero, lo sfruttamento e la problematica della convivenza multiculturale, attraverso la comicità e l’umorismo.

Sulle risultanze del lavoro della giuria il “Premio Regia Teatrale” di questa IV edizione è stato assegnato dal Presidente della FITA Regionale Campania, Pasquale Manfredi, ai registi così classificati: 1° Lello Genovese; 2° Giuseppe La Rezza; 3° Thomas Mugnano.
Spettacolo ed umanità sono stati messi in scena efficacemente in questo “incontro tra persone vive, il pubblico da una parte e gli attori dall’altra – come ha ricordato l’applaudito Massimo Andrei – ciò che fa restare sacro il teatro. E quando una struttura del genere la si incontra in piccolo Comune fa meraviglia ma è evidente segno di cultura e di civiltà per questo esprimiamo il nostro plauso e la nostra ammirazione”.
I Sindaci, Prof. Edoardo Serpico di Scisciano e Dott. Antonio Falcone di San Vitaliano hanno riconfermato nell’esemplare intendimento e nella sinergica operatività “l’impegno a continuare l’opera di sensibilizzazione, salvaguardia e fruizione del patrimonio storico, culturale ed ambientale dei nostri territori per la crescita e lo sviluppo delle Comunità locali e della più complessiva area di appartenenza”.
A seguire l’intera kermesse teatrale dal fronte giornalistico, fra gli altri, vi erano gli operatori dell’informazione via web “SciscianoNotizie.It” con l’affabile direttore, Raffaele De Falco e del periodico zonale “L’Ambasciatore” diretto da Antonio Francesco Martignetti.