Volley, via al fantasioso torneo Piccone

230

torneo picconeOrmai alla seconda settimana di gare, il torneo che ha preso il via il 4 giugno, ha visto ai nastri di partenza ben 16 squadre, dai nomi fantasiosi e dai loghi ispirati; i partecipanti hanno unito alle capacità tecniche, l’inventiva.

Quindi nei quattro gironi, due per categoria: OPEN (con squadre giovanili e amatoriali, con esperienza di categorie miste nel Csi), OVER (con squadre formate prevalentemente da tesserati federali di varie categorie, dove spiccano addirittura giocatori e giocatrici di serie B), si sono viste fronteggiarsi squadre da nomi di pura invenzione.

Come lo Gnoffo team o quelli ispirati da applicazioni di giochi come Fruit Ninja, o chi utilizza la propria mascotte come logo e come mezzo di ispirazione per il nome, vedi the Minion’s team, chi gioca sui significati come Libera Mente e Mente Libera, chi si affida alle serie tv e adatta i nomi con tanto di spiegazione scientifica dei simboli chimici  del Br e del Ba, come i Breaking Balls e i The seven Fighter di chiara ispirazione cartooniana dell’epico cartone della pallavolo come Mila e Shiro. Chi fiero delle origini avellinesi porta in giro oltre i confini la passione del volley con Pallavoliamo, chi bellicosamente si rifà al mito di Troia come i Troiani, chi sa che dovrà ballare e si rifà al Black Mamba con un logo ispirato e realizzato da un partecipante, come anche i Mikasa estica22i, per finire con IPC Gagliardi e Tutt operativ e ancora I Meno Uno, che in attesa della palleggiatrice fino alla fine erano con uno in meno a pochi giorni dall’inizio, per finire con I telepass che cercano il passaggio alle fase finali e i Vollèy la pelle nera che fanno ironia su una celebre canzone.

Le partite hanno tutte offerto uno spettacolo non solo tecnico ma anche di colore con le variopinte maglie scelte dalle squadre e realizzate da Ecams sport, in campo si sono viste tutte partite combattute con alcune sorprese, gli equilibri nel misto sono molto delicati e le ragazze sono il vero ago della bilancia.

In attesa di vedere scendere in campo anche l’ultima squadra che sono i the minion’s team che ancora mancano all’appello, il mix è stato rispettato ogni volta dalle simpatiche foto che hanno visto in un unico abbraccio iniziale le due squadre sfidanti ad ogni gara, con questo spirito, un’altra lunga settimana di gara vedrà ancora tante partite in attesa della fase finale, dove oltre a decretare le due squadre vincenti delle due categorie, si sceglieranno anche i migliori giocatori, maschio e femmina sempre scelti nelle due categorie, che di volta in volta vengono indicati dagli avversari e, per finire su proposta dei partecipanti stessi, un premio anche al miglior logo e alla maglia più bella, che verrà decretata dai responsabili delle squadre.

Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano