Ritorna la Festa della Luce a Liveri

973

liveriAl via la “Festa della luce”. Domenica 29 Giugno alle ore 21.00 si apriranno le danze nel Parco degli Ulivi, location naturale che farà da sfondo all’edizione 2014 dell’evento.

Si partirà con un inno alla luce, simbolo della storia di Liveri. Seguiranno musica, folklore, gastronomia ed arte contemporanea e si allestiranno stand per la degustazione dei prodotti tipici locali, tra cui le “polpette di stoppa”.Ad accompagnare il tutto: la musica della “Sarabanda Napoletana”, gruppo popolare molto apprezzato per l’intensità ritmica delle composizioni.

Infine, la manifestazione si concluderà con un suggestivo spettacolo pirotecnico.

“Questa festa – ha detto il sindaco Raffaele Coppola – rappresenta l’occasione per celebrare la tradizionale arte della lavorazione della cera, fiore all’occhiello dell’artigianato della zona. Nonostante i tagli alle pubbliche amministrazioni e in particolare agli enti locali, noi continuiamo ad investire nella cultura e nella promozione del territorio perché riteniamo sia necessario recuperare e salvaguardare il carattere identitario della nostra comunità. Questa festa, peraltro, inaugura il corposo programma delle manifestazioni estive”.

Ad affiancare l’entusiasmo del primo cittadino anche il vicesindaco Enzo Lanzara per il quale: “La festa della Luce è un appuntamento fisso che riscuote ogni anno un successo crescente e non solo perché è un’importante occasione per rilanciare il nostro territorio, ma anche perché offre l’opportunità di passare una serata in allegria, ascoltare buona musica e gustare deliziose pietanze circondati dalla magia delle due luci che fanno risplendere la nostra Liveri, quella materiale, rappresentata dalla tradizionale arte della cera; e quella spirituale che nasce dalla devozione per Santa Maria a Parete”.

Non a caso, il Parco degli Ulivi è situato proprio nei pressi del Santuario di Santa Maria a Parete, luogo dove il viso di Autilia Scala fu illuminato da un raggio di sole per opera della Madonna, che secondo la leggenda apparve alla pastorella nella notte tra il 12 ed il 13 aprile del 1514. Da allora, la chiesa di Liveri rappresenta uno dei più antichi luoghi di culto mariano di tutta l’area nolana.

Francesca Coppola