Borriello: “La sede dalla Cassa Marittima di nuovo a Torre del Greco”

457

Ciro BorrielloQuesta mattina l’amministrazione comunale di Torre del Greco, attraverso il vicesindaco Donato Capone, ha incontrato i rappresentanti sindacali di Orsa e Fast Confsal dopo che iscritti e simpatizzanti delle stesse sigle sindacali hanno manifestato per le strade cittadine e fino a palazzo Baronale per chiedere il ritorno in città della sede della cassa marittima, dopo la chiusura due anni fa degli uffici di via Cesare Battisti e il conseguente trasferimento del servizio a Napoli.

Il vicesindaco ha ribadito la volontà dell’amministrazione di riportare quanto prima il servizio a Torre del Greco: “Abbiamo rassicurato i manifestanti – spiega Donato Capone – circa l’impegno dell’amministrazione.

Insieme al sindaco, Ciro Borriello, stiamo valutando un ventaglio di ipotesi, già sottoposte dopo un recente sopralluogo all’attenzione dei responsabili cittadini del servizio assistenza sanitaria marittima.

Quella più immediata potrebbe essere l’individuazione di una parte dell’ospedale Maresca oggi non utilizzata per sistemare gli uffici della cassa marittima nella nostra città.

Abbiamo precisato ai sindacalisti di Orsa e Fast Confsal che tale eventualità sarebbe comunque da ritenersi una soluzione temporanea, specie adesso che dalla Regione arrivano segnali legati a un potenziamento reale del nosocomio di via Montedoro.

Questa idea permetterebbe di recuperare un servizio importante per Torre del Greco, che rappresenta per numero di iscritti il secondo comparto marittimo in tutta Italia, e nel frattempo di valutare con un po’ più di tranquillità una sistemazione definitiva”.

In tal senso, sono due le soluzioni prospettate la settimana scorsa nel corso di una serie di sopralluoghi dal sindaco ai responsabili della cassa marittima: “Abbiamo individuato – afferma Ciro Borriello – di concerto con i rappresentanti torresi del servizio sanitario assistenza marittima, due strutture che potrebbero essere idonee, soprattutto per dimensioni, a ospitare gli uffici della cassa marittima. Si tratta dei locali dell’ex sementificio di via Lava Troia e di quelli della sezione distaccata del tribunale in viale Campania, che da settembre saranno lasciati vuoti per il trasferimento della stessa sezione a Torre Annunziata. In questi giorni le planimetrie delle due strutture saranno inviate ai soggetti deputati a prendere una decisione al riguardo”.

Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano

Lascia una risposta