Si staccano pezzi di marmo dall’ingresso principale di palazzo Reale

palazzo reale napoliSi è verificato stamattina intorno alle 10 un altro crollo a Napoli.

Stavolta a staccarsi alcuni pezzi di marmo dalla facciata dell’ingresso principale del Palazzo Reale, in piazza del Plebiscito, sede della Soprintendenza ai Beni artistici e architettonici a due passi dalla Galleria Umberto, il cui crollo ha causato la morte del 14 enne Salvatore Giordano.

Duro l’attacco Francesco Emilio Borrelli dei Verdi: “Sul cornicione del palco reale da cui c’è stato il piccolo crollo sono cresciute erbacce e sterpaglie e ci sono ampie macchie di umidità. E’ assurdo – ha denunciato il politico – che il crollo di stamattina abbia coinvolto proprio il palazzo della Soprintendenza di Napoli che invece dovrebbe tutelare i beni monumentali”.

L’area, dove era prevista l’apertura di un cantiere per lavori di restauro e manutenzione il prossimo 21 luglio, è stata transennata per alcuni metri per decisione della Protezione Civile e della Sovrintendenza ai beni architettonici.

Durante la mattinata intanto sono stati avvistati il Vice sindaco e Assessore all’Ambiente e al decoro urbano Tommaso Sodano e quello al urbanistica e Beni comuni Carmine Piscopo. I due assessori del comune di Napoli hanno eseguito alcuni sopralluoghi all’interno della Galleria Umberto I e fuori palazzo Reale.

Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano
Condividi
PrecedenteMorte di Salvatore: 45 avvisi di garanzia per crollo ed omicidio coploso
SuccessivoLadri all’Assunta al Trivio di Meta: rubate le corone della madonna e del Bambino
Il giornale “il Gazzettino vesuviano”, fondato nel 1971 da Pasquale Cirillo e attualmente diretto da Gennaro Cirillo, si interessa principalmente delle tematiche legate al territorio vesuviano e campano; dalla politica locale e regionale, a quella cultura che fonda le proprie radici nelle tradizioni ed è alla base delle tante associazioni e realtà che operano sul territorio.Siamo impegnati a garantire la massima qualità e la massima integrità nel nostro lavoro giornalistico. Ci impegniamo a mantenere alti standard etici e professionali, evitando qualsiasi conflitto di interesse che possa compromettere la nostra indipendenza e la nostra imparzialità.Il nostro obiettivo è quello di fornire ai nostri lettori notizie e informazioni affidabili su una vasta gamma di argomenti, dalle notizie di attualità ai reportage approfonditi, dalle recensioni ai commenti e alle opinioni. Siamo aperti a suggerimenti e proposte dai nostri lettori, e ci impegniamo a mantenere un dialogo aperto e costruttivo con la nostra community.