“Il termovalorizzatore a Napoli Est non è previsto nel decreto Sblocca Italia”

de magistrisLuigi de Magistris chiude, con le parole «Napoli est è fuori dalla partita», la possibilità che nel decreto ‘Sblocca Italia’, che sarà discusso dal Consiglio dei ministri venerdì 29, sia inserita la realizzazione del termovalorizzatore nell’area orientale di Napoli.

De Magistris ha affermato che la partita sui rifiuti adesso sarà giocata dalla città metropolitana che dovrà affrontare e risolvere problemi le tante criticità del territorio dai rifiuti al trasporto pubblico.

«Con l’entrata in vigore delle città metropolitane – ha concluso il primo cittadino partenopeo – cambia la geografia politica della Campania».

Al Consiglio metropolitano e al sindaco metropolitano, le cui elezioni sono indette per il 12 ottobre, dunque, spetteranno le decisioni in merito, proprio come ha sottolineato de Magistris. 

Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano
Condividi
PrecedenteA Pozzuoli tegole, pneumatici, pezzi di autoveicoli accanto a lido balneare
SuccessivoIncendio durante lavori a impianto di gas: ferito un operaio a Torre Annunziata
Il giornale “il Gazzettino vesuviano”, fondato nel 1971 da Pasquale Cirillo e attualmente diretto da Gennaro Cirillo, si interessa principalmente delle tematiche legate al territorio vesuviano e campano; dalla politica locale e regionale, a quella cultura che fonda le proprie radici nelle tradizioni ed è alla base delle tante associazioni e realtà che operano sul territorio.Siamo impegnati a garantire la massima qualità e la massima integrità nel nostro lavoro giornalistico. Ci impegniamo a mantenere alti standard etici e professionali, evitando qualsiasi conflitto di interesse che possa compromettere la nostra indipendenza e la nostra imparzialità.Il nostro obiettivo è quello di fornire ai nostri lettori notizie e informazioni affidabili su una vasta gamma di argomenti, dalle notizie di attualità ai reportage approfonditi, dalle recensioni ai commenti e alle opinioni. Siamo aperti a suggerimenti e proposte dai nostri lettori, e ci impegniamo a mantenere un dialogo aperto e costruttivo con la nostra community.