Quartiere Santa Caterina: pronto lo sblocco dei vincoli delle attività commerciali

242

11326_1478426709095436_5425319050684081373_n

Quartiere Santa Caterina: pronto lo sblocco dei vincoli delle attività commerciali per dare nuova vita alle strade del centro storico.
Qualche giorno fa abbiamo raccontato dell’indignazione dei residenti dinanzi ai numerosi crolli e alla scoperta di un deposito di amianto presso un palazzo diroccato di via Cognulo. I cittadini lamentavano tra l’altro l’assenza di un dialogo diretto con l’amministrazione comunale. A ricucire i rapporti tra i cittadini e Palazzo Farnese ha avuto luogo una chiacchierata tra alcuni membri della giunta comunale e i rappresentanti delle associazioni del centro storico. Due incontri informali per affrontare alcune delle numerose questioni del quartiere Santa Caterina: dapprima l’assessore Nicola Corrado ha proposto di abbellire le strade di Santa Caterina con l’esposizione di opere artistiche vincitrici di un concorso pittorico; in seguito l’assessore Alessio D’Auria ha parlato della situazione crolli e dei progetti di riqualificazione.

10701986_1478792312392209_2679358880846434449_n«Con il mio ufficio, ed in base alle mie deleghe, stiamo affrontando la questione del palazzo di via Cognulo. La procedura avviata è quello di una demolizione in danno ai proprietari. Il progetto migliore sarebbe stato quello di un esproprio diretto dell’immobile da parte dell’amministrazione comunale per un riutilizzo di quell’area, magari per costruirci una piazzetta, ma purtroppo il dissesto finanziario ci impedisce, per legge, di effettuare provvedimenti espropriativi. Per il momento quindi, in attesa di un futuro riequilibrio del bilancio, non possiamo avviare, nel caso specifico, un progetto di riqualificazione». Nel frattempo sono state finalmente avviate le operazioni di rimozione dell’amianto ed è stata effettuata una migliore messa in sicurezza dell’area. Uno spiraglio per avviare delle nuove attività commerciali nel centro storico potrebbe arrivare dal recente (e tanto criticato) testo del maxiemendamento collegato alla Legge di Stabilità 2014 della Regione Campania.

«Il maxiemendamento determinerà uno sblocco parziale dei vincoli per gli insediamenti commerciali, il nostro obbiettivo è quello di lavorare per una rinascita commerciale, oltre che urbanistica, della città. Sarà necessario intervenire anche per un recupero sociale dell’area al fine di incentivare l’avvio di nuove attività», continua l’assessore D’Auria. Ebbene, l’altra buona notizia è quella di un nuovo, bellissimo murales creato da volontari in calata Cognulo. La rinascita sociale è stata già avviata, nel pieno rispetto del principio di sussidiarietà orizzontale promosso dalla nostra Carta Costituzionale i residenti continuano ad attivarsi e provocatoriamente parlano di “un quartiere autogestito”, nel caso in cui le promesse degli amministratori risultassero nuovamente disattese.

Carmine Iovine

Share