Ricomincio dai libri: la Prima Fiera del libro di San Giorgio

225

libriSan Giorgio a Cremano, Villa Bruno. Parte da qui la Prima Fiera del libro del Comune vesuviano. Il titolo, “Ricomincio dai libri”, e non poteva essere altrimenti, perché siamo nel paese del’indimenticato protagonista di “Ricomincio da tre”, Massimo Troisi. Vent’anni che ci manca, molti di più quelli che la provincia napoletana ha dovuto attendere per riabbracciare una fiera del libro. Lo farà a breve, il 20 e il 21 settembre, nella suggestiva cornice della Villa napoletana.

Plauso e merito va alle associazioni culturali Arenadiana, La Bottega delle parole e Librincircolo, ognuna con la sua storia, tutte con lo stesso sogno, una fiera del libro. «Perché – come dice Rita Raimondo (Librincircolo), tra le organizzatrici dell’evento – la fiera nasce da un desiderio comune ai tre soggetti organizzatori. Il desiderio nasce da una cosa che manca. La fiera del libro non c’era, e noi l’abbiamo realizzata».

Ricomincio dai libri, però, è pensata proprio per tutti. In primo luogo perché l’ingresso sarà totalmente gratuito. Inoltre, di fianco alle presentazioni degli ultimi capolavori di Francesco Pinto, Don Maurizio Patriciello, Pino Imperatore, Patrizia Rinaldi e Antonella Ossorio – scrittori di caratura nazionale – e di un inedito Federico Salvatore, sono previsti numerosi laboratori didattici, workshop, giochi itineranti e lezioni di scrittura creativa. Il tutto reso possibile grazie alla fattiva collaborazione delle 21 case editrici, dei 32 autori singoli (grande novità per una fiera del libro) e delle 18 associazioni culturali presenti alla kermesse.

Il programma integrale, i retroscena, le difficoltà, le ambizioni e le aspettative della prima edizione di una manifestazione che punta a divenire un appuntamento fisso per appassionati e non saranno svelati nel corso della conferenza stampa di presentazione, fissata per il giorno mercoledì 17, ore 11:30, Villa Bruno. Interverranno gli organizzatori della fiera e le rappresentanze istituzionali del Comune di San Giorgio.

Michele Di Matteo

Share

Lascia una risposta