Brutta sconfitta casalinga dello Spartak San Nicola

unnamedUno Spartak San Nicola più distratto dalla recente, buona, notizia (n.d.r.: prossimo utilizzo del locale “Pala Ilario”) che concentrato sull’evento da disputare – soccombe a Recale (5 a 3) contro un modesto “Sport & Vita” Vitulazio.

Gli atleti di mister De Liso, sfasati ed abulici, nel corso della gara non sono mai riusciti a trovare il bandolo della matassa, al cospetto di una squadra chiusa ed accorta che giocava perlopiù su ripartenze. Contro una compagine così ostica e poco incline al gioco occorreva calma, lucidità, pazienza, doti che sono del tutto mancate allo Spartak.

La cronaca: ospiti subiti in vantaggio con D’Onofrio, immediato pareggio Spartak. Da un dubbio contatto nasce il 2 a 1 ospite. Lo Spartak protesta ma per l’arbitro e’ tutto regolare. I vitulatini allungano con una doppietta di D’Onofrio e lo Spartak sullo scadere del tempo accorcia le distanze. La prima frazione di gioco termina 4 a 2 in favore dello “Sport & Vita”.

Nel secondo tempo lo Spartak riesce a portarsi ad una sola lunghezza di distacco ed esercitano la massima pressione dell’incontro. I vitulatini soffrono, lo Spartak lamenta un rigore non concesso dall’arbitro per un tocco di mano. Lo Sport & Vita, però, sul finire di gara segna con Palmieri, a porta vuota, con gli avversari tutti protesi in avanti. Risultato finale: 5 a 3 per lo Sport & Vita.

Punteggio che premia gli ospiti oltremisura ma i sannicolesi devono fare mea-culpa per come hanno giocato. Qualche atleta sannicolese crede che le gare si vincono con l’organizzazione, l’ambizione ed il fair play societario.

Nello sport occorre dedizione, abnegazione, agonismo e voglia di vincere. Senza queste peculiarità non s’ottiene nulla di buono ed il progetto rischia di rallentare. Il presidente Nicola D’Andrea, sebbene deluso dalla prestazione odierna, non fa drammi e non rilascia alcuna dichiarazione.

Il silenzio a volte e’ più eloquente delle parole. I calcettisti Spartak sanno bene che oggi hanno sbagliato tutto, regalando la vittoria agli avversari. Ci auguriamo facciano tesoro della partita odierna e possano riscattarsi quanto prima.

Annibale Nuovanno

Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano