Torre Annunziata: quel pino non si deve abbattere

704

36Un pino, storico simbolo della città di Torre Annunziata, rischia di essere abbattuto, ma i cittadini non ci stanno. Secondo l’amministrazione oplontina l’albero secolare rappresenta un pericolo per l’incolumità pubblica a causa della sua forma. Con gli anni, infatti, il tronco è cresciuto in obliquo: è pericolante e malato. Dopo l’abbattimento del pino di fronte ad un noto bar che è stato oggetto di alcuni controlli antiabusivismo, ora è il pino della cosiddetta “curva della movida” in via Gino Alfani a rischiare di morire.

«Quell’albero per noi è uno dei simboli più importanti della nostra infanzia. Da piccoli giocavamo a pallone in quei giardinetti – hanno ricordato i cittadini residenti in zona – e da adolescenti abbiamo passato la maggior parte delle nostre serate lì. Abbattere il pino della curva, per noi significherebbe dire addio a un pezzo troppo importante della nostra vita». L’8 novembre alle 10 e 30 circa, un gruppo di cittadini è sceso in piazza per fermare l’abbattimento dell’albero e promuovere una raccolta firme che continua ancora oggi: sono circa 200 le adesioni di solidarietà, che provengono non solo dai cittadini oplontini, ma anche dei Comuni limitrofi: la curva di Torre Annunziata infatti, è il luogo di ritrovo di molti giovani provenienti da tutto il vesuviano. In questi giorni è nato anche un gruppo su Facebook, dal nome: «Pino della curva for ever con noi», segno dell’affetto che lega i torresi a quell’albero, la cui unica colpa è di essere cresciuto in maniera diversa rispetto agli altri della città. Nei giorni scorsi era tutto pronto: i vigili del fuoco sarebbero intervenuti, insieme ai tecnici addetti del Comune e ai vigili urbani per debellare il pino pericoloso.

Poi, grazie ai cittadini che sono scesi in strada, la situazione si è capovolta. Una volta riunitisi sulla curva infatti, immediata è stata la risposta di Palazzo Criscuolo, che subito ha bloccato i lavori e al momento sta cercando soluzioni alternative. «Ho chiesto al dirigente dell’Ufficio Tecnico e all’amministratore della società Prima Vera srl di sospendere ogni attività ipotizzata riguardo all’eventuale abbattimento del pino della curva – ha affermato l’assessore Antonio Irlando – ho anche chiesto di disporre preliminarmente la messa in sicurezza con opere di sostegno e contestualmente avviare un’ulteriore specialistica valutazione dello stato di salute della pianta. Condivido l’iniziativa di mobilitazione dei cittadini a difesa di un prezioso elemento del patrimonio naturalistico e identitario di un luogo simbolo di Torre Annunziata».

Giovanna Sorrentino