Vico Equense: On. Beneduce illustra come prevenire il diabete

E’ in corso in piazza Marconi un convegno per  illustrare la malattia diabetica e indicare le modalità di prevenzione, mettendo a disposizione le proprie competenze medico-scientifiche. A coadiuvarla in questa esperienza divulgativa rivolta a tutta la cittadinanza, un’ equipe diabetologica composta da diverse professionalità. Ci saranno, infatti, due nutrizioniste, Viviana Somma e Maria Teresa Coppola, la podologa Natalia Iozzino, la psicologa Olga Aiello e la sportiva, Teresa Apuzzo.
“Diffondere conoscenza e avviare ad una diagnosi precoce è l’obiettivo della Giornata Mondiale del Diabete, il cui slogan, quest’anno, è stato indicato da malati: “Il diabete ha scelto me. Ma anche io ho scelto me”. Domani sarò in piazza a Vico Equense con una equipe qualificata, per confermare la mia disponibilità e la volontà di essere vicina ai cittadini – dice Flora Beneduce, consigliere regionale della Campania e componente della V Commissione permanete che si occupa di Sanità e Sicurezza sociale -.

flora beneuce dottor

È fondamentale informare, per evitare, nel tempo, complicanze come la disfunzione e/o l’ insufficienza a lungo termine di organi e tessuti: il diabete determina il 50% delle amputazioni degli arti inferiori, può portare alla cecità, oltre ai danni vascolari e neurologici. Diverse sono le cause, come la familiarità, l’età, l’etnia ma, soprattutto, la dilagante diffusione dell’obesità, già in età infantile. Il sovrappeso e l’obesità sono da considerarsi responsabili dell’80% dei casi di diabete. Soprattutto al Sud e nelle categorie di persone di bassa istruzione e svantaggiate, i cui limiti sociali e finanziari rendono difficile l’accesso alle cure, il diabete assume proporzioni importanti. Bisogna, pertanto, migliorare l’ informazione per correggere i comuni errori nell’alimentazione e per invitare alla pratica sportiva. Dunque, la combinazione di attività fisica e dieta corretta, da intendersi quest’ultima come terapia medica nutrizionale che riduce il rischio di diabete nelle persone obese e con alterazioni glicemiche, favorisce il raggiungimento di un appropriato controllo metabolico e previene lo sviluppo delle complicanze croniche. È importante, al fine di migliorare il controllo glicemico, il mantenimento di un peso corporeo ottimale, che riduca il rischio di complicanze cardiovascolari. Infine, è necessaria anche l’attività fisica, distribuita in almeno tre giorni alla settimana evitando più di due giorni consecutivi di inattività. Io consiglio almeno 150 minuti alla settimana di attività fisica aerobica di intensità moderate e/o almeno 90 minuti alla settimana di esercizio fisico intenso. Ma chi vuole saperne di più, può raggiungermi in piazza”.

Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano
Condividi
PrecedenteGivova Scafati ingaggia Federico Lestini
SuccessivoL’Adda: “Che fine hanno fatto i cani deportati da Castellammare?”
Il giornale “il Gazzettino vesuviano”, fondato nel 1971 da Pasquale Cirillo e attualmente diretto da Gennaro Cirillo, si interessa principalmente delle tematiche legate al territorio vesuviano e campano; dalla politica locale e regionale, a quella cultura che fonda le proprie radici nelle tradizioni ed è alla base delle tante associazioni e realtà che operano sul territorio.Siamo impegnati a garantire la massima qualità e la massima integrità nel nostro lavoro giornalistico. Ci impegniamo a mantenere alti standard etici e professionali, evitando qualsiasi conflitto di interesse che possa compromettere la nostra indipendenza e la nostra imparzialità.Il nostro obiettivo è quello di fornire ai nostri lettori notizie e informazioni affidabili su una vasta gamma di argomenti, dalle notizie di attualità ai reportage approfonditi, dalle recensioni ai commenti e alle opinioni. Siamo aperti a suggerimenti e proposte dai nostri lettori, e ci impegniamo a mantenere un dialogo aperto e costruttivo con la nostra community.