Sant’Anastasia: visita sottosegretari Istruzione e Difesa. Il sindaco: emozionante e costruttivo

Armando Di Perna e sindacoIl Sindaco Lello Abete, insieme al vice sindaco Armando Di Perna, ad Amministratori e rappresentanti delle scuole ha ricevuto ieri, presso la Casa Comunale, una delegazione del Governo Nazionale in visita ai paesi vesuviani: il Sottosegretario alla Difesa, On. Rossi, il Sottosegretario all’ Istruzione, On. D’ Onghia e il Senatore Mauro accompagnati dall’ ex europarlamentare Enzo Rivellini.

“Tutti, durante un breve ma intenso e sensato momento di confronto, hanno espresso parole di apprezzamento rispetto all’ operato di questa amministrazione e – afferma Lello Abete – al modo in cui abbiamo affrontato e risolto le problematiche straordinarie che si sono presentate sino a questo momento. Dichiarazioni sincere che mi confermano quanto sia importante il lavoro di un sindaco se viene svolto a stretto contatto con la cittadinanza e se opera scelte a favore del bene comune.

E’ stata per me l’occasione per ribadire che promuoverò le iniziative delle associazioni impegnate sul territorio, ricavando sempre per loro i luoghi e gli spazi più idonei per le loro attività. Le associazioni quando agiscono in sinergia con l’Ente, secondo me, rappresentano la terza gamba di un’Amministrazione. Ne ho avuto riprova ieri sera, quando insieme ad altri sindaci ho partecipato alla “cena al buio” organizzata dall’Unione Italiana Ciechi. Un evento questo assolutamente singolare e da ripetersi il prima possibile.

Oltre infatti alle pietanze veramente di elevato livello, cucinate e servite da non vedenti, una buona occasione per stare insieme e rafforzare, sinergicamente, i legami esistenti coi paesi limitrofi. Non va sottovalutata la presenza del “Governo” in paese e dovrebbe avvenire più spesso, come credo avverrà, specialmente dopo la riforma del Senato”.

“La visita è stata un’occasione gradita e ghiottissima per illustrare ad alti rappresentanti del Governo le problematiche più attuali. In particolare, ho ritenuto opportuno declinare la strategia che stiamo adottando per far si che il nostro territorio non venga privato del presidio di sicurezza rappresentato dalla caserma dei Carabinieri.

Non solo nel breve periodo, con la dislocazione temporanea in una parte del centro Liguori, ma anche nel lungo periodo, con la costruzione di una nuova importante struttura su un terreno già identificato in via L. Grassi – dice il vice sindaco Armando Di Perna – per cui, da amministratore, sono d’accordo con il Sindaco ad avere con il Governo un dialogo stretto e costruttivo. Dalla dott.sa D’Onghia, sottosegretario alla P.I., oltre ai complimenti, molto graditi, abbiamo ricevuto la promessa di partecipare a una prossima iniziativa fatta in collaborazione con i nostri Istituti comprensivi, tra l’altro presenti ieri in sala giunta, a dimostrazione di una sinergia concreta che è alla base di una buona amministrazione”.

Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano
Condividi
PrecedenteSuccesso sul web dei video esplicativi de “La Città che cambia è in Mostra”
SuccessivoTerzigno, la Gori ancora al centro delle polemiche. L’amministrazione parte civile
Il giornale “il Gazzettino vesuviano”, fondato nel 1971 da Pasquale Cirillo e attualmente diretto da Gennaro Cirillo, si interessa principalmente delle tematiche legate al territorio vesuviano e campano; dalla politica locale e regionale, a quella cultura che fonda le proprie radici nelle tradizioni ed è alla base delle tante associazioni e realtà che operano sul territorio.Siamo impegnati a garantire la massima qualità e la massima integrità nel nostro lavoro giornalistico. Ci impegniamo a mantenere alti standard etici e professionali, evitando qualsiasi conflitto di interesse che possa compromettere la nostra indipendenza e la nostra imparzialità.Il nostro obiettivo è quello di fornire ai nostri lettori notizie e informazioni affidabili su una vasta gamma di argomenti, dalle notizie di attualità ai reportage approfonditi, dalle recensioni ai commenti e alle opinioni. Siamo aperti a suggerimenti e proposte dai nostri lettori, e ci impegniamo a mantenere un dialogo aperto e costruttivo con la nostra community.