Ordigno e allarme bomba a Napoli, Laboccetta (FI): “L’ordine pubblico è primario”

200

amedeo laboccetta2«Il pacco bomba davanti alla “Deutsche Bank” di via Mascagni al Vomero dimostra la necessità di riportare Napoli nell’agenda del Governo da cui una folle politica isolazionista l’ha estromessa».

A dirlo è Amedeo Laboccetta, vice coordinatore campano di Forza Italia.

«La città è una polveriera – continua – e non da oggi. La criminalità e l’illegalità diffusa stanno dilagando per colpa di un abbassamento del livello di attenzione che inquieta».

«Il mix micidiale di anarchia istituzionale e di ribellismo di stampo sudamericano – aggiunge Laboccetta – messo in atto soprattutto dal sindaco Luigi de Magistris sta distruggendo la tenuta sociale di Napoli. Non è possibile che il primo cittadino anche oggi, di fronte alla scoperta di un chilo di esplosivo che avrebbe potuto arrecare spaventosi danni a persone e cose, continui a dire che “l’ordine pubblico è sempre un aspetto marginale, finale” della vita di una comunità».

«Napoli non è una provincia dell’impero guidata da un satrapo di nome de Magistris – ha concluso Laboccetta -. Se ne renda conto anche il Governo che finora ha tenuto col sindaco un atteggiamento di irresponsabile connivenza e di ingiustificabile perdonismo».

Oggi i due allarme bomba alla Mostra d’Oltremare e al Consiglio Regionale fanno diventare ancora più pesanti le parole dell’esponente di centrodestra.

Lascia una risposta