Pimonte, il sindaco convoca il consiglio alle 8: la minoranza diserta i lavori

palummoIl sindaco convoca il Consiglio alle 8 del mattino, nella cappella di Santa Maria di Costantinopoli, e la minoranza diserta i lavori. Il motivo? E’ tutto scritto nella lettera inviata al Prefetto dai consiglieri di opposizione Bartolomeo Chierchia (Eguaglianza e Libertà per Pimonte), Francesco Raia e Carmine Palomba (Pimonte nel cuore).

“Abbiamo chiesto più volte al sindaco Palummo e alla maggioranza di individuare un luogo idoneo allo svolgimento dei consigli comunali – si legge nella missiva – ma tutto è rimasto lettera morta. Non è decoroso – continua – convocare le sedute in sale di fortuna. Il consiglio di ieri, con all’ordine del giorno l’assestamento di bilancio, è stato dirottato presso la cappella di Costantinopoli, un locale privo di qualsiasi elementare requisito tecnico ed igienico sanitario”.

Prosegue dunque il duro scontro tra le opposte fazioni politiche. La minoranza, attraverso una nota ufficiale e protocollata ieri mattina al Comune, ha annunciato che non parteciperà a ulteriori sedute di consiglio, “fino a quando non sarà individuato un luogo idoneo e definitivo per lo svolgimento dei lavori”. Nella lettera, si richiede anche il ripristino dell’aula consiliare comunale, sostituita dalla maggioranza con dei mini – uffici. Non si è fatta attendere la replica. “Abbiamo deciso di svolgere i consigli comunali in più di una sede – commentano gli esponenti di Pimonte Libera – per coinvolgere quante più persone possibile nella vita amministrativa del paese, senza escludere le periferie”.

Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano
Condividi
PrecedentePacco alimentare 2015, pubblicato il bando. A dicembre una doppia distribuzione
SuccessivoSpolettificio di Torre Annunziata, convocato tavolo tecnico: al lavoro per la valorizzazione dell’immobile
Il giornale “il Gazzettino vesuviano”, fondato nel 1971 da Pasquale Cirillo e attualmente diretto da Gennaro Cirillo, si interessa principalmente delle tematiche legate al territorio vesuviano e campano; dalla politica locale e regionale, a quella cultura che fonda le proprie radici nelle tradizioni ed è alla base delle tante associazioni e realtà che operano sul territorio.Siamo impegnati a garantire la massima qualità e la massima integrità nel nostro lavoro giornalistico. Ci impegniamo a mantenere alti standard etici e professionali, evitando qualsiasi conflitto di interesse che possa compromettere la nostra indipendenza e la nostra imparzialità.Il nostro obiettivo è quello di fornire ai nostri lettori notizie e informazioni affidabili su una vasta gamma di argomenti, dalle notizie di attualità ai reportage approfonditi, dalle recensioni ai commenti e alle opinioni. Siamo aperti a suggerimenti e proposte dai nostri lettori, e ci impegniamo a mantenere un dialogo aperto e costruttivo con la nostra community.