Lettera di minacce al consigliere comunale di Ercolano Ciro Buonajuto

303

CiroBuonajuto

Lettera minatoria al consigliere comunale di Ercolano e dirigente nazionale Pd Ciro Buonajuto. Secondo quanto si apprende si tratterebbe di un “invito” a non presentarsi alle elezioni amministrative del 2015 e si tratta della seconda lettera del genere in pochi mesi giunta a Buonajuto.

“L’altro ieri ho ricevuto una lettera anonima di minacce – ha spiegato il consigliere comunale – recapitata presso componenti della mia famiglia. Ho già provveduto a denunciare questi avvenimenti alle forze dell’ordine che stanno esaminando il materiale cartaceo aprendo un’indagine sul caso. Intendo tuttavia confermare che nessuna minaccia o lettera anonima riuscirà a convincermi di fare un passo indietro nella lotta per la legalità e il cambiamento che ho intrapreso in questi anni. Se qualcuno attraverso questo vile gesto ha inteso condizionare la mia candidatura alle primarie per la scelta del candidato sindaco nel Pd sappia che ha commesso un grande errore. Questi episodi hanno rafforzato la mia determinazione nell’impegnarmi per il bene della mia città confermandomi che la strada che sto percorrendo è quella giusta”.

Piena solidarietà è stata espressa dal membro dell’esecutivo nazionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli, da Giampiero Perna, consigliere comunale di Ercolano e capogruppo dei Sole che Ride e dal segretario cittadino Dino Cozzolino.

Alfonso Maria Liguori

Share
Condividi
PrecedenteBoutique del falso in casa, 28enne incensurata finisce in manette
SuccessivoLa Scommessa de “Il Gazzettino vesuviano”
avatar
Pubblicista, con formazione scolastica classica e frequenza universitaria presso l'Ateneo Federico II di Napoli (corso di Laurea in Filosofia). Dal 2003 "Aml" è nato, giornalisticamente parlando, con il settimanale diocesano della Curia di Napoli "Nuova Stagione". Successivamente collabora con Cronache di Napoli, con Metropolis, con Napoli Più, svolgendo nel contempo attività di pubbliche relazioni e portavoce di politici. Impegnato nel sociale nel 2003 ha preso parte ad un progetto sociale per il recupero di minori a rischio promosso dall'associazione onlus "Figli in Famiglia" in collaborazione con il Tribunale per i Minori di Napoli. Ha curato eventi di solidarietà per associazioni onlus in favore di noti ospedali partenopei in collaborazione con l'Ubi Banca Popolare di Ancora. Ha diretto la trasmissione televisiva "Riflettori su Ercolano" (a sfondo sociale) per Tele Torre. Profondo conoscitore della strada e dei complessi meccanismi sociali che caratterizzano le problematiche di Napoli e della sua provincia, da anni collabora attivamente con il Gazzettino vesuviano.