Scafati: Aliberti, Centro Sociale di San Pietro: “Abbiamo ragione, ricorreremo in Cassazione”

416

comune ScafatiInaugurato lo scorso 19 dicembre nella periferia di San Pietro, il nuovo Centro Sociale Polivalente di Scafati sembra essere già al centro di una nuova burrasca. Infatti, la struttura, che è destinata a diventare un punto di riferimento per gli anziani e i residenti della zona, oltre che un degno sostituto del centro ‘Raggio di Sole’ per diversamente abili, secondo quanto trapelato da alcune testate, sarebbe stata confiscata illegittimamente.

Non tarda ad arrivare la risposta del sindaco Aliberti che commenta deciso: “Siamo soddisfatti della realizzazione del Centro Sociale, creato nell’interesse di S. Pietro e degli utenti che ne usufruiranno: anziani e disabili. Sulla vicenda riteniamo di aver ragione ed è nelle nostre intenzioni ricorrere in Cassazione.

Ho letto sui quotidiani di 2 milioni di euro che l’Ente dovrebbe risarcire a Nappo: non so da dove sia uscita questa cifra! Non vorrei che dietro a queste false notizie e queste informazioni manipolate ci sia quella politica che attraverso strani stratagemmi in passato evitò l’esproprio a Nappo o quel giornalismo che faceva finta di combattere l’illegalità”.

Sulla stessa scia l’assessore agli Affari Legali, Diego Chirico: “ E’ vero che il Consiglio di Stato ha, in parte, accolto l’appello del privato, ma è altresì vero che ne ha respinto la domanda risarcitoria in quanto generica e carente di prova del danno. Valuteremo la necessità di proporre ricorso per Cassazione con il nostro Avvocato difensore nel giudizio, Prof. Caliulo.La vittoria più importante resta l’edificazione e l’avvenuta inaugurazione del nuovo Centro Sociale che è destinato a restare patrimonio della Città di Scafati e dei suoi cittadini”.

Raffaele Cirillo

 

Share

Lascia una risposta