Fantacalcio, che passione

182

FANTACALCIOITALIANO

Nel day after della morte di Pino Daniele, ha luogo la 17esima giornata di campionato con il Napoli che affronta il Cesena con il lutto al braccio dei giocatori, per ricordare non solo un artista, ma un uomo che rappresentava quell’ idea di Napoli che senza di lui, senza Troisi, Totò e tanti altri che ci hanno lasciato, va pian piano dissolvendosi lasciandoci così; un po’ vuoti, un po’ più soli.

The show must go on, direbbero i Queen, quindi, nel giorno della doppietta di Higuain, del gol ritrovato di Callejon, c’è anche spazio per Tevez che segna l’undicesimo gol stagionale e per Icardi e Dybala che raggiungono entrambi quota nove gol in campionato.

Il 2015 per il Milan inizia con una delusione vista la sconfitta a San Siro contro il Sassuolo guidato da un super Zaza che segna un gol stratosferico che manda in frantumi i sogni di gloria di Inzaghi galvanizzato dopo la vittoria seppur in amichevole col Real Madrid.

Frenano anche Sampdoria e Fiorentina; la prima è abbattuta dal ciclone Felipe Anderson che si conferma anche questa giornata, la seconda è vittima dei propri giocatori in particolar modo di Gomez che ormai non riesce a segnare neanche su rigore; il tedesco dopo gli infortuni è soltanto l’ombra di quell’attaccante che nel Bayern Monaco e nella nazionale tedesca faceva tremare le gambe a tutti i difensori che invano provavano a marcarlo.

TOP E I FLOP

 

TOP 5

 

*****Higuain

****Felipe Anderson

***Dybala

**Zaza

*Vidal

 

FLOP 5

 

*****Gomez

****Conti

***Rodriguez e Savic

**Colombi

*Kovacic

 

 

TOP 5

 

Il migliore della 17esima giornata è l’eroe di Dhoa; Gonzalo Higuain.

L’attaccante partenopeo propizia il gol di Callejon, successivamente segna il primo gol su assist di Hamsik, nel secondo tempo ricambia il favore allo slovacco fornendogli l’assist (anche se vi è una disputa sul gol segnato da Hamsik, considerato da molti autogol di Capelli in quanto il tiro del capitano partenopeo poteva non essere indirizzato verso la porta) ed infine conclude la scampagnata di Cesena con un’altra rete dal tasso tecnico elevato, “piruettando” su se stesso prima di segnare come solo lui sa fare.

Voto: 8+3+1+3= 15

 

Sul secondo podio come miglior giocatore della 17esima giornata, sale Felipe Anderson, brasiliano 21enne che militava nel Santos di Neymar e Rafael Cabral che adesso difende la porta del Napoli; anche contro la Sampdoria, Felipe Anderson fornisce una prestazione impressionante per incisività nel match; due assist ed un grandissimo gol dalla distanza riassumono a stento una prova che candidano il brasiliano ad essere il giocatore più ambito dai fanta-allenatori nel mercato di riparazione di gennaio.

Voto: 8,5+1+1+3= 13,5

 

Tre stelle bonus per Dybala che continua a stupire con la maglia del Palermo.

Nel giorno della befana, il giovane argentino regala due cioccolatini e sprazzi di classe cristallina anche perché ben supportato dal partner d’attacco Vazquez che merita anch’egli una menzione per la sua prestazione.

Contro un Cagliari ormai alla frutta, Dybala segna una doppietta; il primo gol su rigore, il secondo è da condividere con il Mudo Vasquez che lo mette in condizione di scaraventare in rete un pallone a tu per tu col portiere avversario.

Voto: 8+2+3= 13

 

Due stelle bonus per Simone Zaza che vìola il San Siro abbattendo la porta dell’incolpevole Diego Lopez a seguito di un’azione di calcio d’angolo.

E’ il classico gol che vale il prezzo del biglietto; un gol importante per Zaza (dal quale è iniziata anche la ripartenza per il primo gol dei nero-verdi) e per il Sassuolo che esce vittorioso dal match contro il Milan.

Voto: 7,5+3 =10,5

 

Una stella bonus è da attribuire a Vidal, autore del gesto tecnico più bello della 17esima giornata; il cileno porta avanti il pallone di tacco superando in un solo colpo la difesa dell’ Inter, prima di appoggiare il pallone per l’accorrente Tevez che a mezzo metro dalla porta deve solo accompagnare il pallone dentro.

Voto: 7 +1= 8

 

FLOP 5

 

Il peggiore della 17esima giornata è Mario Gomez che contro il Parma nell’arco di pochi minuti sbaglia prima un rigore in movimento a tu per tu col portiere e successivamente fallisce un rigore vero e proprio con Mirante che respinge un tiro dagli undici metri a dire il vero, non proprio irresistibile.

il centravanti tedesco, dopo gli infortuni gravi dell’anno precedente non è riuscito più a tornare quello di una volta, incanalando irrimediabilmente la sua carriera verso la sua parabola discendente.

Voto: 4-2= 2

 

Quattro stelle malus per Daniele Conti; lo storico capitano del Cagliari ormai 37enne, si fa cacciare dall’arbitro prima che la partita entri nel vivo, lasciando in balia delle onde palermitane la propria nave già prima che affondi definitivamente; un capitano dovrebbe essere l’ ultimo a mollare, per salvare questo Cagliari ci sarà bisogno del miglior Conti.

Voto: 4-1= 3

 

Tre stelle malus per i due centrali di difesa della Fiorentina: Rodriguez e Savic.

Stiamo parlando di due ottimi centrali, su questo non ci sono dubbi ma è davvero raro vedere i due “stopper” essere espulsi nella stessa partita; Rodriguez e Savic ci sono riusciti, il primo per doppia ammonizione, il secondo per rosso diretto a seguito di una gomitata inferta ad Antonio Cassano.

Rodriguez: 4,5-1 = 3,5

Savic: 5-1 = 4

 

Due stelle malus per Colombi; il portiere del Cagliari alla sua terza partita in serie A, raccoglie il pallone dalla sua rete per ben 5 volte.

E’ sempre ingeneroso porre i portieri tra i peggiori, però quando non si riesce a bloccare alcun tiro, anche quelli parabili e quando si provoca un rigore con successiva ammonizione e gol subito, è inevitabile l’inclusione nella “flop 5”.

Voto: 4,5-0,5-5= -1

 

Una stella malus per Kovacic dell Inter che in occasione della partita con la Juventus si fa notare solo nel momento del fallo su Lichtsteiner che gli è valso il rosso diretto; il ragazzo è tanto forte tecnicamente quanto incostante.

Voto: 5,5-1= 4,5

 

I CONSIGLI PER LA DICIOTTESIMA GIORNATA

 

In porta:

Viviano e Consigli

 

In difesa:

Biava, Avelar, D’Ambrosio, Bruno Peres, Lucarelli, Cana

 

A centrocampo:

Cossu, Cuadrado, Vazquez, Hernanes, Pjanic, Felipe Anderson

 

In attacco:

Caio Rangel, Gabbiadini, Zaza, Eder

 

Alessandro Di Napoli

Share