VIII ciclo di conferenze “Piano di Sorrento. Una storia di terra e di mare”

194

Una storia di terra e di mare VIII cicloSabato 17 gennaio prenderà il via l’ottavo ciclo di conferenze “Piano di Sorrento. Una storia di terra e di mare”, il percorso nella storia locale promosso dal Comune di Piano di Sorrento in collaborazione con l’Associazione culturale “Oebalus. Studi sulla Campania nell’Antichità”.
Gli appuntamenti in programma sono intrecciati con le celebrazioni per il bimillenario dalla morte di Augusto che il Comune carottese ha inaugurato a novembre in presenza del Soprintendente ai beni archeologici di Pompei, Ercolano e Stabia, Massimo Osanna. E sarà proprio questo argomento ad aprire il nuovo ciclo di conferenze che accompagnerà cittadini e appassionati fino alla fine di maggio tramite undici studiosi ed esperti.

Sabato 17 gennaio, infatti, alle ore 18.30 presso il centro culturale comunale di Via delle Rose si terrà l’incontro sul tema “Augusto e Tiberio a Capri. L’immagine dell’isola nella prima età imperiale” a cura di Giuseppe Scarpati. Il mese successivo prevede sue incontri: sabato 21 febbraio sul tema “Visibilità e invisibilità del Vesuvio” a cura dell’antropologo Giovanni Gugg; e sabato 28 febbraio sul tema “Trent’anni dopo «L’Alba della Magna Grecia»: nuove riflessioni sulla necropoli di Pithekoussai” a cura di Valentino Nizzo. Successivamente sabato 7 marzo Daniela Giampaola, Raffaella Pierobon e Lydia Pugliese presenteranno “Le anfore e la Sirena: il santuario di piazza Nicola Amore a Napoli, dagli agoni per Parthenope ai giochi in onore di Augusto”; venerdì 13 marzo Fabrizio Pesando e Michele Stefanile affronteranno il tema “Ville marittime e archeologia subacquea. Le ricerche dell’Università di Napoli L’Orientale a Gianola e Sperlonga e le prospettive per il futuro”; venerdì 27 marzo Mario Torelli illustrerà il tema “Dalla «base di Sorrento» ai rilievi Medinaceli: gli onori della Campania al Divo Augusto”. L’unico incontro per il mese di aprile è fissato per sabato 18 con Valentina Russo sul tema “«Genius loci».

Architettura, ruderi e paesaggio tra paganesimo e Cristianesimo nel fiordo di Crapolla”. Per concludere, a maggio sono previsti: sabato 9 maggio “L’Heraion del Sele dagli scavi di Paola Zancani Montuoro e di Umberto Zanotti Bianco alle ultime scoperte” curato da Nathalie de Haan e Giovanna Greco; sabato 16 maggio “«Nobilies, populares et villani». La società sorrentina nel Medioevo” a cura di Maria Castellano; sabato 23 maggio “La società del Piano nel ‘600” guidato da Vincenzo Russo; e, infine, sabato 30 maggio “Custodi di pietra: le torri interne del Piano” con Riccardo Iaccarino.

La cittadinanza è invitata a partecipare.

Share