Via Vittorio Veneto: al via la petizione per il rifacimento del manto stradale

440

via v-vittorioLo stato pietoso in cui versa il manto stradale di via Vittorio Veneto, ha spinto il comitato Gragnano in movimento a richiedere un intervento urgente dell’amministrazione comunale.

Via Vittorio Veneto, fino a qualche anno fa era il fiore all’occhiello della città della pasta, era addirittura chiamata via della “bellezza” perché i tanti alberi in fiore rendevano bellissimo il paesaggio con vista sulla valle. Negli anni i giardini e i frutteti sono stati sostituiti da palazzoni e il cemento selvaggio ha divorato lo spazio riservato alle passeggiate dei cittadini, marciapiedi compresi. La causa di ciò può essere sicuramente attribuita ad una mala gestione politica-amministrativi degli anni Settanta, ma sicuramente anche gli ultimi lavori di rifacimento, effettuati pochi anni fa, hanno contribuito a peggiorare la situazione come fanno presente anche gli attivisti del comitato.

«Stiamo raccogliendo adesioni per le proposta che consegneremo al comune, tra queste la messa in funzione delle grate, già esistenti, per la defluizione dell’acqua piovana, che sono state occluse in malo modo dall’asfalto posato in sede degli ultimi lavori di rifacimento, ostruendo il regolare deflusso dell’acqua e creando evidenti problemi di viabilità. Allo stesso tempo chiediamo la possibilità di installare nuove grate e di allacciarle sulla fognatura esistente. Gli abitanti di via Vittorio Veneto hanno diritto di prendere parte alle problematiche del proprio quartiere, informandosi e discutendo delle varie proposte al fine di risolvere dette problematiche che si trascinano avanti da anni», dichiara Andrea Martone presidente del comitato Gragnano in movimento, che prosegue:

«Abbiamo effettuato una richiesta di accesso agli atti per il computo metrico ed il capitolato dell’area in questione, il nostro obiettivo è informare la cittadinanza facendo pressione sull’amministrazione comunale al fine di impedire che si ripetano errori del recente passato. L’altra questione che stiamo seguendo, e alla quale seguiranno aggiornamenti, è quella dell’abbattimento delle barriere architettoniche con riferimento al P.E.B.A il piano di eliminazione delle barriere architettoniche ad oggi, sebbene obbligatorio, adottato da pochissimi comuni italiani e, a quanto pare, nemmeno dal nostro comune».

Nel frattempo l’amministrazione comunale comunica che i lavori per il rifacimento del manto stradale di via V.Veneto e di altre zone di Gragnano partiranno entro fine marzo.

Carmine Iovine 

Share