Il Napoli rialza la cresta col Sassuolo, Duvan trascina gli azzurri alla vittoria!

186

Napoli – Sassuolo ha inizio con uno striscione da brividi per l’ex capitano del Napoli Paolo Cannavaro, quest’ultimo emozionato saluta il pubblico del San Paolo che non dimentica chi onora la maglia azzurra. Nella prima frazione di gioco, poco gioco e tante palle perse e recuperate a centrocampo, zero reti e poche emozioni.Nel secondo tempo è Duvan al 61’ a portare il Napoli in vantaggio demolendo da solo la difesa del Sassuolo, raddoppio Napoli con Marek Hamsik su assisti di uno scatenato Duvan.

Il Napoli nonostante sia rimasto in dieci uomini per l’espulsione di Mertens, rialza la cresta, vince e convince col Sassuolo e la  Roma ed il secondo posto sono ad un soffio!

LA PARTITA:

Rafa Benitez, schiera Andujar tra i pali e subito Gabbiadini in campo a discapito di Rafael e de Guzman, anche Ghoulam in campo al posto del croato Strinic. Sassuolo con il baricentro molto alto, a evidenziare che la squadra emiliana è venuta a Napoli a giocarsi la partita a viso aperto. Nel Sassuolo dopo pochi minuti esce Antei per infortunio e al suo posto entra Biondini e si schiera sulla sinistra con Gazzola a destra, non cambia modulo Di Francesco nonostante Biondini sia un centrocampista.  Anche Paolo Cannavaro esce tra gli applausi del pubblico di Fuorigrotta e al suo posto nel Sassuolo entra Bianco, emergenza in difesa per Di Francesco. Nonostante le emergenze, tanto Sassuolo nel primo tempo e poco Napoli, poche azioni da parte degli azzurri e poche idee mal distribuite dai piedi Marek Hamsik e Josè Maria Callejon. Nella prima frazione di gioco, poco gioco e tante palle perse e recuperate a centrocampo, zero reti e poche emozioni.

Secondo tempo, col brivido per il Sassuolo, cross di Maggio e colpo di testa di Duvan che finisce di poco fuori, Napoli vicino al vantaggio. Al 61’ Duvan Zapata sfonda la difesa del Sassuolo, non bastano Gazzola, Bianco Acerbi e Biondini a contenerlo in mezzo a quattro uomini stende tutti e tira in porta Consigli può solo guardare la palla rotolare in rete e vantaggio azzurro. Al 65’ cambio nelle fila del Napoli esce Gabbiadini e al suo posto entra Dries Mertens. Al 70’ è sempre Duvan Zapata a demolire la difesa del Sassuolo, ma questa volta ricama un assist al bacio per Marek Hamsik che gonfia la rete e raddoppio azzurro!  Al 72’ però tegola per il Napoli, Mertens si fa espellere dall’arbitro Massa, espulsione generosissima che lascia gli azzurri in dieci uomini.

Al 77’ Andujar è un giaguaro quando para un tiro di Magnanelli diretto all’incrocio dei pali, una parata quella del portiere argentino che vale quanto un goal. Esce al’ 81’ Marek Hamsik tra gli applausi del San Paolo, al suo posto entra de Guzman, ultimo cambio per il Napoli all’ 89’ minuto esce Callejon, protagonista di una prestazione opaca, al suo posto entra Mesto. Il Napoli nonostante sia rimasto in dieci uomini per l’espulsione di Mertens, rialza la cresta, vince e convince col Sassuolo e la  Roma ed il secondo posto sono ad un soffio!

Dal nostro inviato al San Paolo: Cosimo Silva

Share