“Il rilancio delle attività termali alla Sint”: la decisione del coordinamento del Pd stabiese

203

pd stabieseIl rilancio e la ripresa delle attività termali affidata alla Sint. E’ questa la sostanza del documento approvato all’unanimità dal coordinamento cittadino del Pd stabiese in una riunione conclusasi pochi minuti fa. Alla sede dei dem del corso Vittorio Emanuele, arrivati per la riunione del coordinamento aperta al pubblico, erano presenti il sindaco Nicola Cuomo, il segretario regionale Assunta Tartaglione e il vicesegretario provinciale Livio Falcone insieme a tutti gli esponenti del partito tra cui il segretario cittadino Vittorio Cambri e il presidente Fusco.

Unico punto all’ordine del giorno vi era la crisi di Terme di Stabia dopo il rigetto del concordato da parte del tribunale di Torre Annunziata che ha aperto la strada del fallimento alla partecipata comunale.

Una riunione del coordinamento che ha visto anche la presenza di una folta delegazione di lavoratori delle Terme di Stabia. Il documento approvato è diretto a dare mandato alla Sint, la società partecipata che detiene il patrimonio immobiliare del Solaro, alla ripresa delle attività del termalismo in città. Proprio nelle ultime ore l’amministratore unico di Sint, Biagio Vanacore, aveva lanciato la proposta di redigere un piano di rilancio per le Terme. Di seguito il testo dell’ordine del giorno passato all’unanimità del coordinamento. P

“Il Pd a seguito della sentenza di fallimento delle Terme e le ripercussioni in termini economici e di immagine della città e, vista, la priorità di garantire la salvaguardia dei livelli occupazionali travolti dall’esito negativo del concordato, sottolineando  la necessità di elaborare tempestivamente un nuovo percorso capace di garantire la ripresa produttiva degli stabilimenti termali del Comune di Castellammare e di Sint, avvertendo la piena responsabilità, quale partito guida unitamente alle altre forze politiche cittadine, di contribuire all’individuazione della via d’uscita dalla crisi del settore termale.

Impegna il sindaco, la giunta, i capigruppo di maggioranza di attivare ad horas un confronto con la curatela fallimentare per il pieno recupero della disponibilità dello stabilimento del Solaro e a garantire la messa a disposizione di Sint del complesso delle Antiche Terme e predisporre un atto di indirizzo alla Sint per l’elaborazione di un piano di riequilibrio economico-finanziario finalizzato alla ripresa immediata delle attività termali. Impegna, altresì, il coordinamento del Pd stabiese di concerto con l’amministrazione comunale ad elaborare i contenuti politici-programmatici del suddetto atto di indirizzo da affidare al gruppo consiliare”.

Raffaele Cava  

Share

Lascia una risposta