25 cilindretti di eroina nelle tasche, spacciatore bloccato dalla polizia

poliziaGli agenti del Commissariato di Polizia Scampia hanno arrestato Massimo Michelini, napoletano di 43 anni, responsabile  del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Un’indagine antidroga aveva accertato il ruolo del Michelini come fornitore di droga ad eventuali spacciatori della Vela Celeste di Viale della Resistenza.

Ieri pomeriggio gli agenti, opportunamente nascosti, hanno atteso l’arrivo dell’uomo che si è materializzato dopo pochi minuti alla guida di un’autovettura.

I poliziotti lo hanno subito fermato e bloccato. Indosso sono stati ritrovati e sequestrati n. 25 cilindretti di eroina per un peso di 24 grammi.

Michelini è stato arrestato e accompagnato presso la Casa Circondariale di Poggioreale.

Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano
Condividi
PrecedenteHashish nel pacchetto di sigarette e cocaina in auto, in manette due pusher a Napoli
Successivo“Non è vero ma ci credo”: all’Auditorium di Saviano l’adattamento di Balzano
Il giornale “il Gazzettino vesuviano”, fondato nel 1971 da Pasquale Cirillo e attualmente diretto da Gennaro Cirillo, si interessa principalmente delle tematiche legate al territorio vesuviano e campano; dalla politica locale e regionale, a quella cultura che fonda le proprie radici nelle tradizioni ed è alla base delle tante associazioni e realtà che operano sul territorio.Siamo impegnati a garantire la massima qualità e la massima integrità nel nostro lavoro giornalistico. Ci impegniamo a mantenere alti standard etici e professionali, evitando qualsiasi conflitto di interesse che possa compromettere la nostra indipendenza e la nostra imparzialità.Il nostro obiettivo è quello di fornire ai nostri lettori notizie e informazioni affidabili su una vasta gamma di argomenti, dalle notizie di attualità ai reportage approfonditi, dalle recensioni ai commenti e alle opinioni. Siamo aperti a suggerimenti e proposte dai nostri lettori, e ci impegniamo a mantenere un dialogo aperto e costruttivo con la nostra community.