Inchiesta sugli appalti a Ercolano, indagato il capo dell’Utc Ripoli: il dirigente si è dimesso

270

Municipio Ercolano

Continuano le dolenti note a Ercolano sul fronte politico-giudiziario : altro avviso di garanzia recapitato dalla Guardia di Finanza questa volta al dirigente dell’ufficio tecnico Andrea Ripoli per falso in atto pubblico e turbativa d’asta. In conseguenza della notifica Ripoli si sarebbe dimesso dall’incarico in un’atmosfera particolarmente tesa quale quella respirata all’interno del palazzo di città. Ribadendo con fermezza il principio che l’avviso di garanzia è a tutela dell’indagato e che ogni individuo è innocente sino a sentenza definitiva contraria non ci si può astenere tuttavia dal prendere atto di un criticità che rischia a questo punto di cronicizzarsi.

Ci si augura che i politici coinvolti nella vicenda ( tra cui il sindaco Vincenzo Strazzullo e il vice sindaco Antonello Cozzolino) escano incolumi da una vicenda che certamente non giova alla credibilità e all’immagine della già tormentata Ercolano. A questo punto il quesito è sempre lo stesso : uragano purificatore o venticello primaverile? Ai posteri l’ardua sentenza. Il punto più volte evidenziato dal nostro giornale è semplice : se si è agito in buona fede quale migliore occasione per provare il proprio valore professionale e la propria onestà ricevendo il giusto plauso dal popolo ercolanese, in caso contrario… be ci sarebbe veramente tanto, ma tanto di cui dare conto in sede penale di giudizio. In questo clima rovente pensare alle ormai prossime amministrative locali non è semplice : troppi veleni, scontri personali e affermazioni di potere per poter sperare in una tornata elettorale serena che ridia luce e positività alla cittadina vesuviana.

Non resta che augurare da onesti contribuenti in bocca a lupo al prossimo nocchiero ( chiunque sia) di Ercolano che si troverà sin dalle prime battute dell’insediamento in comune a pilotare una nave in tempesta, a fari spenti e in prossimità di scogliere taglienti come rasoi. Ercolano seguirà la triste sorte del Titanic? Lo scopriremo presto.

Alfonso Maria Liguori

Share

Lascia una risposta