Quattro progetti per le scuole di Castellammare potranno essere finanziati

219

palazzo farneseLa regione Campania ha pubblicato sul BURC n.30 dell’11.5.2015, il decreto n. 128 del 5.5.2015 contenente la graduatoria per gli interventi di nuova costruzione e riqualificazione degli edifici scolastici di proprietà pubblica sedi di scuole statali dell’infanzia, primaria e secondaria di primo e secondo grado. Tale graduatoria è stata inviata al ministero competente per la formazione del piano nazionale dell’edilizia scolastica.
L’amministrazione di Castellammare di Stabia ha partecipato al bando emanato dalla regione con quattro proposte progettuali per la riqualificazione delle seguenti scuole: San Marco Evangelista, ex Panzini, Bonito–Cosenza e Di Capua.
Ciascun progetto prevede la manutenzione straordinaria e l’efficientamento energetico del plesso scolastico, anche in recepimento delle indicazioni contenute nel Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile (PAES) che l’amministrazione ha approvato (prima in regione Campania) con Delibera di Consiglio n. 9 del 30/01/2015.
I quattro progetti presentati dal comune di Castellammare di Stabia si sono classificati rispettivamente al 131°, al 136°, al 173° e al 202° posto su 511 progetti.
Il sindaco Nicola Cuomo e l’assessore Alessio D’Auria esprimono grande soddisfazione per l’ottimo piazzamento dei progetti presentati dal comune di Castellammare di Stabia, che insieme alla città di Torre del Greco occupa –tra i comuni superiori a 30.000 abitanti- la posizione più significativa per numero e piazzamento di progetti.
cuomo2Il sindaco Nicola Cuomo dichiara: “L’ottimo risultato –frutto dell’impegno dell’assessore D’Auria e del gruppo di lavoro dei professionisti diretto dall’arch. Quintavalle e dall’ing. Sciannimanica- dimostra come la mia amministrazione sia attivissima nel settore delle opere pubbliche.
Abbiamo messo in moto le opere del PIU Europa, che si trovavano in situazione di stallo, nonché i tre lavori di riqualificazione dell’area dei boschi di Quisisana finanziati dai PIRAP, ed ora abbiamo partecipato a questo bando per rendere sempre più efficienti le nostre scuole cittadine.
La mia amministrazione sta curando e curerà moltissimo le strutture scolastiche poiché è convinta che il loro miglioramento comporta anche un miglioramento dell’attività didattica e di apprendimento degli studenti.
Il governo Renzi ha puntato tanto in materia di recupero degli edifici scolastici e noi abbiamo accolto prontamente l’invito e speriamo che faccia altrettanto anche la regione Campania.
Sul punto le famiglie e gli studenti campani saranno molto attenti alle prossime elezioni.
Considerato che la parte alta della graduatoria, in cui si trovano i nostri progetti, attiene a bisogni non rinviabili di interventi di riqualificazione degli edifici scolastici, chiediamo ai candidati alla presidenza della regione Campania di esprimersi in ordine alla integrazione dei fondi nazionali, con fondi nella disponibilità dell’ente regionale come ad esempio quelli derivanti dalla programmazione europea”.

Share

Lascia una risposta