Scafati, Caldoro inaugura i lavori per la rete fognaria tra applausi e contestazioni

431

11303660_10206629189791121_445395663_n

Sono stati inaugurati nella mattinata di mercoledì 20 maggio i lavori per la realizzazione della nuova Rete Fognaria di Scafati. Per l’evento, tenutosi in prossimità del cantiere di Piazza Garibaldi, uno dei punti nevralgici durante gli allagamenti scafatesi, presenti in prima linea Stefano Caldoro, Presidente della Regione Campania, Pasquale Aliberti, sindaco di Scafati, Edoardo Cosenza, assessore regionale alle opere ai lavori pubblici, Pasquale Marrazzo, direttore generale di Arcadis e l’onorevole Monica Paolino.

In occasione della cerimonia, tanti gli applausi della folla al presidente regionale, ma non proprio tutto è filato liscio, infatti ad attendere Caldoro pronti con slogan, striscioni e secchi, era presente anche una delegazione di pentastellati scafatesi, che ha contrastato aspramente l’iniziativa, secondo loro, solo il frutto di un ennesimo spot elettorale in vista delle regionali.
Tante le contestazioni dei grillini, che hanno visto anche un botta e risposta tra alcuni degli attivisti di Scafati in Movimento e i coniugi Aliberti/Paolino.

11282116_10206629196911299_1419069391_n

Alla fine, dispersi gli oppositori, tutto è proceduto senza troppi intoppi e il presidente Caldoro ha potuto scoprire il cartellone con le autorizzazioni la procedura ai lavori.

Il presidente della Regione Campania, Stefano Caldoro: “Il buon utilizzo dei fondi europei ha permesso opere e servizi per la cittadinanza. Abbiamo lavorato con l’amministrazione e con il sindaco Aliberti per garantire questo importante intervento.
Le polemiche? Tutte legittime le proteste. Non si capisce però perché lamentarsi quando le cose si fanno nell’interesse dei cittadini e nel rispetto dell’ambiente.
Andiamo avanti con determinazione. Adesso con l’amministrazione studieremo provvedimenti per favorire l’impegno di manodopera della zona”.

Il sindaco di Scafati, Pasquale Aliberti: “L’inaugurazione di questa mattina è la dimostrazione che il questi anni abbiamo lavorato con passione e determinazione. Grazie all’impegno del nostro Presidente Caldoro e alla sinergia istituzionale creata con la Regione Campania, abbiamo ottenuto un grande risultato, un obiettivo che la Città chiedeva da oltre un trentennio. Ora ci impegneremo affinchè le imprese che operano a Scafati per la realizzazione di queste grandi opere possano assumere lavoratori del nostro territorio”.

11256436_10206629201951425_2100416277_n

In merito all’aggressività dei cinque contestatori presenti questa mattina, il Primo Cittadino: “Legittima la protesta ma condanniamo le modalità delle cinque persone che questa mattina hanno creato disordini e confusione. Cinque persone di cui uno già interdetto dai Pubblici Uffici, un altro che dovrebbe fare bene i conti con la questione morale, un’altra persona neanche scafatese e altri due con secchi e bandiere del Movimento 5 Stelle. E’ vero, siamo in campagna elettorale ma la buona politica non può fermarsi ed è giusto che chi ha lavorato dimostri e promuova le cose realmente realizzate per il territorio. La Rete Fognaria per Scafati e successivamente il finanziamento del Progetto Grande Sarno sono fondamentali per la nostra Città e per il bacino del Sarno al fine della risoluzione di problemi antichi come gli allagamenti e l’inquinamento del Fiume. Chi si oppone è contro l’innalzamento del livello di civiltà e di sviluppo nella nostra Città”.

Per Scafati in Movimento Gennaro Avagnano: “Stamattina era doveroso manifestare per quei tanti cittadini che vivono da tempo i disagi degli allagamenti e degli inquinamenti e non solo… Il Presidente Caldoro andava contestato oltre che per il luogo scelto per l’inaugurazione, anche per il momento preelettorale la questione ospedale . La Città ha bisogno di risposte e non di inaugurazioni del nulla e sfilate elettorali. Il popolo non va preso in giro e va rispettato; nei pressi di Piazza Garibaldi ci sono garage allagati e inutilizzabili 365 giorni l’anno, piuttosto che musica e sfilate sarebbe stato meglio porgere le scuse ai tanti cittadini costretti a fronteggiare i danni degli allagamenti”.

11118706_10206629200911399_973880107_n

Sulla stessa linea d’onda, anche Carotenuto e Vitagliano di Scafati Arancione: “Siamo seriamente preoccupati dalle parole utilizzate dal presidente Caldoro in merito alla nostra richiesta di veder riaprire i battenti al pronto soccorso del Mauro Scarlato.
Restiamo altresì inorriditi dall’arroganza con la quale lo stesso presidente faceva spallucce dichiariando la sua chiara volontà di inaugurare la rete fognaria in campagna elettorale, a dimostrazione della paura che serpeggia nel presidente uscente e che lo spinge ad atti di totale sciacallaggio”.

Insomma, in ogni caso, sperando che non siano una ‘meteora’, i lavori per la rete fognaria scafatese dovrebbero partire già questa estate e, se saranno veloci ed efficaci come in tanti sperano, finalmente il devastante problema degli allagamenti potrà essere solo un ricordo…

Raffaele Cirillo

11117673_10206629201431412_1484064562_n