Siglato al Ministero della Giustizia il protocollo d’intesa sui tirocini presso gli Uffici giudiziari della Campania

258

Siglato al Ministero della Giustizia il protocollo d’intesa sui tirocini presso gli Uffici giudiziari della Campania tra l’Assessore al lavoro dellaaccordo ministero Regione, Severino Nappi, e il Sottosegretario alla Giustizia, Cosimo Ferri, con il Presidente della Corte d’appello di Napoli, Antonio Buonajuto, il Presidente della Corte d’appello di Salerno, Matteo Casale, il Procuratore generale della Repubblica di Napoli, Luigi Mastrominico, e il Procuratore generale della Repubblica di Salerno, Lucio Di Pietro.

Il protocollo prevede che gli Uffici giudiziari della Campania ospitino, per almeno sei mesi, giovani, laureati e diplomati, da destinare allo svolgimento delle attività degli Uffici stessi. I percorsi, attivati nell’ambito del programma ‘Garanzia Giovani Campania’, ma estesi anche agli ultra 29enni, sono interamente finanziati dalla Regione Campania e i giovani selezionati direttamente dagli Uffici giudiziari.

SEVERINO NAPPI“Sono particolarmente orgoglioso della mia Regione oggi – dichiara Severino Nappi – siamo i primi in Italia a dare questa opportunità ai giovani anche nell’ambito del lavoro nella giustizia. Offrire ai nostri ragazzi la possibilità di operare all’interno dell’amministrazione giudiziaria, attraverso Garanzia Giovani, assume uno straordinario valore sotto un doppio profilo. Per loro, perché ne accresce curriculum e competenze, e per il sistema della giustizia perché offre un sostegno utile ad efficientare i servizi e quindi garantire diritti ai cittadini.
Grazie al Ministro della Giustizia, Andrea Orlando, e al Sottosegretario, Cosimo Ferri. Grazie al Capo di Gabinetto, Giovanni Melillo, e al Direttore Generale del Personale, Emilia Fargnoli. E grazie ai vertici degli uffici giudiziari della Campania presenti qui con me, a rappresentare a Roma la nostra terra in una esperienza guida per il resto del Paese”.

“La firma del Protocollo ‘Garanzia Giovani in Campania’ tra Ministero della Giustizia e Regione Campania rappresenta un esempio tangibile di come sia possibile, attraverso la collaborazione di differenti livelli di Governo, attuare politiche virtuose di formazione e di inserimento lavorativo, in favore dei giovani – dichiara Cosimo Ferri -. Con questa iniziativa, infatti, viene data la possibilità ai giovani della Campania che abbiano già preso parte ad un precedente percorso formativo attivato dai Capi di Corte, proseguire su questa strada e, dunque, acquisire professionalità ulteriori; il Ministero, e per esso i Capi degli Uffici Giudiziari del distretto di Napoli e Salerno, potranno contare sul contributo di giovani motivati e competenti, in modo da alleggerire, almeno in parte, la costante domanda di personale che affligge il sistema Giustizia.

Si tratta, dunque, di una iniziativa importante che può costituire un modello da applicare anche in altre realtà del Paese, una formula innovativa e funzionale: oggi, infatti, la sfida da vincere è riuscire a convogliare le energie che provengono dal territorio e porre le stesse a servizio dell’efficienza della macchina amministrativa. I Capi degli Uffici, guidati dal Ministero, hanno da subito intuito le potenzialità del Protocollo siglato questa mattina, supportando questo percorso durante il quale le loro capacità manageriali saranno indispensabili al fine di organizzare la formazione dei tirocinanti”.

Così in una nota congiunta il Sottosegretario di Stato alla Giustizia Cosimo Ferri e l’Assessore al Lavoro della Regione Campania Severino Nappi.

Share