Avellino: online l’avviso pubblico per il workshop “Traduzioni”

0
98

galStudenti, designers, makers, architetti, artigiani, creativi a raccolta ad Aquilonia (Avellino) per la prima edizione del Workshop “TRADUZIONI” – DESIGN COME PROCESSO DI RIGENERAZIONE, ideato da +tstudio/rihabitat con l’obiettivo di diffondere e innovare il patrimonio di sapienze artigianali sedimentate in Irpinia, attraverso l’interazione con il design e l’arte contemporanea.
E’ online al seguente link l’Avviso Pubblico rivolto a chiunque voglia approfondire l’esperienza di misurarsi con la complessità e le opportunità del mondo del design processuale e dell’arte contemporanea e di acquisire una nuova prospettiva operativa, con il supporto di professionisti internazionali.

L’iniziativa è promossa e finanziata dal GAL Consorzio CILSI, in attuazione degli interventi previsti nel Piano di Sviluppo Locale “Terre d’Irpinia” (ASSE 4 del PSR Campania 2007/2013 – Azioni specifiche Leader) e in collaborazione con Confartigianato Avellino e il Comune di Aquilonia (AV).

Tema del workshop, organizzato all’interno del più ampio progetto E.COLONIA per la riattivazione delle aree interne, è il patrimonio di mestieri e sapienze locali radicati nei territori dell’Irpinia “d’Oriente”, da riscoprire e riattivare tramite l’arte ed il design.

L’iniziativa si svolgerà presso la casa comunale di Aquilonia, che ospiterà le attività di accoglienza e comunicazione, e nel Museo delle Città Itineranti per i laboratori.
Andrea Anastasio, Vittorio Venezia, designers esperti in product e conceptual design, e Bianco-Valente, artisti impegnati ad indagare le interazioni tra l’uomo e l’ambiente che lo circonda, guideranno i partecipanti alla generazione di idee attraverso le quali trasformare le risorse del territorio in progetti e prodotti innovativi.
Impagliatori, fabbri, ceramisti, sarti, tessitori, falegnami, lattonieri metteranno a disposizione dei designer, degli artisti e dei partecipanti la propria conoscenza e le proprie botteghe per innescare processi innovativi e realizzare prodotti che reinterpretino la tradizione.

Il workshop è articolato in due sezioni:
• sezione1_design, con Andrea Anastasio e Vittorio Venezia, per la “traduzione” delle sapienze locali;
• sezione 2_arte, con Bianco-Valente, alla riscoperta del territorio e della comunità che lo vive.

La partecipazione a “TRADUZIONI” è gratuita e prevede un numero massimo di 36 partecipanti, selezionati sulla base del curriculum e di una lettera motivazionale da inviare al GAL CILSI entro il 4 giugno prossimo.
Le prime due fasi del Workshop si svolgeranno dall’11 al 15 giugno 2015; la terza eventuale fase dal 19 al 21 giugno.

I partecipanti vedranno le proprie idee trasformarsi in un progetto/prototipo, che costituirà il primo nucleo di un nuovo catalogo di design rurale E.COLONIA.
I risultati del workshop saranno esposti in una mostra.
L’iniziativa è diretta da Marco Petroni e coordinata da Vincenzo Tenore e Katia Fabbricatti.