Fantacalcio, che passione

182

FANTACALCIOITALIANOLa penultima giornata di campionato vede sfidarsi la prima contro la quarta e la terza contro la seconda; i match sono rispettivamente Juventus Napoli di sabato e Lazio Roma di lunedì.

Nel match di sabato, la Juve festeggia davanti al proprio pubblico i due trofei stagionali: lo Scudetto e la Coppa Italia, mentre il Napoli necessita di una vittoria per non perdere il treno Champions; una sconfitta sarebbe stata quasi fatale per gli azzurri per il raggiungimento del terzo posto; e sconfitta fu.

Un Napoli svogliato entra in campo senza la giusta determinazione e ad approfittarne è la Juve imbottita di seconde linee; il risultato finale è 3-1 per i bianconeri che possono contare su un Buffon in stato di grazia, capace di parare l’impossibile oltre al rigore calciato da Insigne che risulta essere ancora insufficiente. Oltre ad Insigne, anche il “leader maximo” del Napoli, Higuain, sbaglia completamente approccio alla partita facendosi sostituire dopo un tempo da Gabbiadini, mentre Britos, nei tempi di recupero, perde completamente la bussola, reagendo alla provocazione di Morata, colpendolo al naso con una testata; espulsione, rigore e gol di Pepe per il 3-1 finale.

Nel match di lunedì pomeriggio, si gioca il derby capitolino Lazio Roma; le due compagini, divise da un punto, in caso di pareggio avrebbero festeggiato la qualificazione in Champions, col Napoli che a +4 ad una sola giornata dal termine non avrebbe più recuperato il gap nonostante l’ultima di campionato sia proprio Napoli Lazio.

L’opinione pubblica immaginava il classico “biscotto”, così come i bookmakers che quotavano il pareggio dopo la sconfitta del Napoli a 2,70, ma in campo entrambi gli schieramenti giocano per la vittoria per conseguire il secondo posto che significa Champions diretta.

Dopo un primo tempo soporifero, il match si concretizza nella seconda metà con tre gol in dodici minuti; l’ultimo, il decisivo, quello del 1-2 per la Roma lo segna Yanga Mbiwa che regala non solo il derby alla Roma ma anche l’ultima chance al Napoli che se batterà la Lazio nell’ultima di campionato, accederà al terzo posto valido per i preliminari di Champions League.

Un Milan finalmente convincente saluta nell’ultima partita della stagione a San Siro il proprio pubblico.

Il match si conclude per tre reti a zero a favore dei rossoneri che ritrovano El Sharaawy, autore di una doppietta dalla notevole cifra tecnica; il terzo gol porta invece la firma di Pazzini mentre per mister Inzaghi, questa potrà essere considerata come l’ultima partita in casa come allenatore del Milan.

Gli anni passano, le maglie cambiano ma lui continua a sorprendere e segnare; stiamo parlando di Luca Toni che con l’ennesima doppietta in campionato, supera Tevez nella classifica marcatori portandosi a 21!

Nel prossimo match di campionato si sfideranno il Verona e la Juve, Toni contro Tevez, i migliori due bomber del campionato nostrano. A meno di eventi straordinari (se Tevez non segnerà più di un gol, così come Icardi anche lui a quota venti reti stagionali), Toni ritornerà capocannoniere della serie A dopo ben nove stagioni alla modica età di 38 anni e a pensare che erano in molti quelli che prima dell’approdo al Verona consideravano il bomber di Modena ormai finito!

Un match esplosivo è quello che si consuma al Ferraris tra Genoa e Inter.

I neroazzurri, due volte in vantaggio con Icardi (ventesimo gol stagionale) e Palacio, si fanno raggiungere e poi superare nel finale da un gol di testa di Kucka.

Gravissimo l’errore di Ranocchia in occasione del secondo pareggio genoano di Lestienne; il capitano dell’ Inter non calcola bene un intervento evitabilissimo commettendo la più classica delle frittate; a festeggiare è il Genoa che con questa vittoria taglia fuori l’Inter dalla corsa per l’ Europa League, piazzandosi sesta, allungando sui cugini della Samp, anche loro fuori dai giochi dopo un finale di campionato del Genoa a dir poco favoloso con sei vittorie nelle ultime otto partite di campionato.

A soli due punti sopra il Genoa, c’è la Fiorentina che ha affrontato il Palermo.

In quest’ultimo scorcio di stagione, i viola hanno in Ilicic l’uomo aggiunto, quello che fa la differenza; sei reti nelle ultime cinque partite per lo sloveno, l’ultima rete è stata messa a segno con un tiro scagliato da oltre trenta metri finito sotto l’incrocio della porta difesa da Sorrentino. Per il Palermo, risponde Rigoni, ancora in rete per la nona volta in questo campionato; il centrocampista centrale rosanero, in questa stagione sta vedendo la porta come non ha mai fatto in tutta la sua carriera e assieme a Dybala e Vasquez, è la vera sorpresa di questo Palermo. Il match tra Palermo e Fiorentina, finisce 2-3 a favore dei viola; le altre reti dell’incontro sono state messe a segno da Jajalo, Alonso e Gilardino al quarto gol in campionato.

TOP 5

*****Toni: 8+3+2= 13

****El Sharaawy:7+3+3= 13

***Ilicic: 7+3=10

**L.Rigoni: 7+3-0,5= 9,5

*Buffon:7+2-1= 8

FLOP 5

*****Insigne: 5-2=3

****Ranocchia: 4,5

***Higuain: 4,5

**Britos: 4-1=3

*Lulic: 5-0,5=4,5

I BUONI CONSIGLI DELLA TRENTASETTESIMA GIORNATA

Bizarri: 6.5-1= 5,5

Agliardi: 6,5-1= 5,5

Rugani: 6,5

Pucciarelli: 7+3= 10

Toni: 8+3+2= 13

CONSIGLI PER LA TRENTOTTESIMA GIORNATA

In porta:

Tatarusanu e Viviano

In difesa:

Glik, Savic, Silvesre, Widmer, Silvestre e Burdisso

A centrocampo:

Joaquin, Hernanes, Iago Falque, Mertens, Moralez e El Kaddouri

In attacco:

Amauri, Pinilla, Eto’o e Higuain

Alessandro Di Napoli

Share