Il sindaco de Magistris: “ora De Luca avvicini il Governo ai problemi di Napoli”

248

demagistris“L’approccio sarà lo stesso di quello avuto con Caldoro: Comune e Regione hanno il dovere della collaborazione istituzionale”. Sono le prime parole che pronuncia il sindaco di Napoli Luigi de Magistris, riferendosi al neo governatore campano Vincenzo De Luca: “Sono comunque del parere che i rapporti tra i due enti potranno migliorare: ultimamente non abbiamo mai avuto trattamenti significativi da parte della Regione, a fronte delle richieste importanti avanzate dalla città.”

Si dice poi ottimista sul prossimo scenario regionale: “In ogni caso confido in De Luca che ha esperienza di governo, anche se molto differente” – ha infatti affermato – “Ma ora dobbiamo vedere se alle parole seguiranno i fatti: se riuscirà ad avvicinare il governo alla città di Napoli, come vorrà muoversi su Bagnoli, su Napoli Est, insomma ci sono tante questioni da affrontare con delicatezza.”

Commenta poi anche l’insieme dei risultati avutisi sia a Napoli che in Campania: “L’astensionismo fortissimo è il primo dato da registrare e per questo nessuno, anche chi ha avuto un ottimo risultato, non può dirsi tanto soddisfatto: a Napoli ha votato solo il 40%”. A un parere più stretto sui risultati risponde cosi: “Secondo il mio punto di vista la vittoria di De Luca e poi c’è da sottolineare, dati alla mano, che a Napoli ha vinto lui e non il partito. Poi – continua il sindaco – c’è stato senza dubbio un risultato positivo del Movimento Cinque Stelle, soprattutto a Napoli: si è avvertito con nettezza che avevano la strada spianata, ovvero una campagna elettorale basata sul tema della candidature e della loro legittimità: ma a mio avviso potevano fare molto di più, appunto alla luce proprio della loro caratterizzazione principale, cioè la trasparenza e la legalità”

Poi su Napoli e sul suo prossimo futuro: “Noi continueremo a lavorare per le persone, come abbiamo fatto e come oggi ci si può rendere conto: con questa linea e questa umiltà mi presenterò all’incontro con de Luca. La mia campagna elettorale – ha aggiunto – inizierà tra un anno: qui bisogna lavorare duro ogni giorno e non è possibile distrarsi”
Un commento poi anche sul governatore uscente: “Caldoro ha sbagliato perché si è proposto come vecchia politica: le persone vogliono esponenti che rappresentino novità e autonomia e lui invece ha usato gli strumenti della vecchia politica, non ha saputo rinnovarsi.

Mario De Angelis