Viaggio all’interno dell’universo “rosa” del Pd a Ercolano: Colomba Formisano

212

Colomba FormisanoQuesto nostro tour politico inizia dal  consigliere comunale uscente Colomba Formisano. Nuovamente premiata alla urne Formsiano rappresenta un fulgido esempio di attaccamento ai luoghi e di voglia di produrre in positivo per la propria realtà d’origine.  Noto e stimato camice bianco la leader ha saputo da sempre trasmettere fiducia in un elettorato che guarda al noto medico come ad un sicuro punto di riferimento sotto il profilo sia umano che professionale.

“Sono lieta di poter offrire – ha precisato Formisano – il mio umile contributo alla città che mi ha visto crescere e operare professionalmente. Sono fiera di essere ‘ercolanese’ e conscia delle immense potenzialità insite in quest’area vulcanica dai natali celeberrimi. Ci adopereremo, nel limite dei ruoli e delle funzioni istituzionali ricoperte, alla costruzione di un humus comunitario più consono alle sacrosante rivendicazioni delle nuove generazioni: in questo processo evolutivo ogni cittadino deve fungere da fulcro sul quale far ruotare una città ricca di storia che non deve temere confronto alcuno con le altre capitali archeologiche europee”.

Determinata e al tempo stesso gentile nei modi, Colomba Formisano rappresenta sicuramente  una figura importante della politica indigena: Ercolano è balzata negli ultimi tempi spesso alla ribalta delle cronaca per episodi poco chiari legati ad un certo modo di fare politica e per una campagna elettorale in cui non hanno brillato lealtà e buon senso.

Ci si augura che l’esperienza e la capacità d’analisi di una professionista figlia di questi luoghi possa essere determinante per quel rinnovamento socio-produttivo tanto anelato dai residenti. Della serie: risorse e professionalità locali al servizio della città sotto l’egida della legalità e del vivere civile.

Alfonso Maria Liguori

Condividi
PrecedenteA Paolo Sorrentino il conferimento della Laura Honoris Causa nel 791esimo anniversario dell’Università di Napoli
SuccessivoGivova Scafati, in panchina c’è Perdichizzi
avatar
Pubblicista, con formazione scolastica classica e frequenza universitaria presso l'Ateneo Federico II di Napoli (corso di Laurea in Filosofia). Dal 2003 "Aml" è nato, giornalisticamente parlando, con il settimanale diocesano della Curia di Napoli "Nuova Stagione". Successivamente collabora con Cronache di Napoli, con Metropolis, con Napoli Più, svolgendo nel contempo attività di pubbliche relazioni e portavoce di politici. Impegnato nel sociale nel 2003 ha preso parte ad un progetto sociale per il recupero di minori a rischio promosso dall'associazione onlus "Figli in Famiglia" in collaborazione con il Tribunale per i Minori di Napoli. Ha curato eventi di solidarietà per associazioni onlus in favore di noti ospedali partenopei in collaborazione con l'Ubi Banca Popolare di Ancora. Ha diretto la trasmissione televisiva "Riflettori su Ercolano" (a sfondo sociale) per Tele Torre. Profondo conoscitore della strada e dei complessi meccanismi sociali che caratterizzano le problematiche di Napoli e della sua provincia, da anni collabora attivamente con il Gazzettino vesuviano.