Ercolano: domani la proclamazione del neosindaco Buonajuto

198

ciro-buonajutoDomani alle 14 e 30 si terrà a Villa Maiuri ad Ercolano la proclamazione a sindaco del neoeletto Ciro Buonajuto. Una cerimonia che ufficializzerà l’insediamento del nuovo nocchiero comunitario nel palazzo di città proiettando il giovane leader nel vivo della vita governativa ercolanese. Non senza difficoltà: tante le eredità scomode sotto il profilo amministrativo, i conti comunali sono miseramente in rosso, ereditate da Buonajuto che si troverà sin da subito a dover fronteggiare ingenti disservizi che da troppo tempo ormai complicano la quotidianità dei residenti. Tante le promesse in periodo elettorale , tanta fiducia data ai giovani da un sindaco particolarmente seguito dalle nuove leve e da chi crede nella necessità di un rinnovamento comunitario che attraverso un’adeguata scolarizzazione e un rilancio economico – produttivo possa riportare Ercolano nel jet set del turismo archeologico mondiale.

“Nel rispetto della legalità e del vivere civile – ha più volte precisato Buonajuto- ci impegniamo a costruire un futuro migliore partendo dall’ottimizzazione del presente. Potenzieremo il dialogo tra ente comune e residenti : i cittadini devono comprendere che le istituzioni sono a loro servizio e pronte ad affrontare in sinergia con gli ercolanesi tutti un percorso di bonifica territoriale che elevi al massimo le potenzialità dei nostri ragazzi favorendone nel contempo l’ingresso nel caotico mondo del lavoro”. Alto spessore morale : questa la qualità principale per far parte del team di Buonajuto come più volte pubblicamente sottolineato dallo stesso.

Le premesse per far bene ci sarebbero tutte: ci si augura che alle parole seguano i fatti e che alla giovane toga ercolanese sia concessa la possibilità di operare in serenità senza polemiche gratuite ( ben vengano al contrario le critiche costruttive) mosse da chi forse non ha realmente a cuore il futuro di Ercolano. A questo punto saranno gli eventi a parlare…… e a chiarire definitivamente agli ercolanesi che qui “si inizia una nuova storia” o si ripete miseramente “quella di sempre”.

Alfonso Maria Liguori

Share
Condividi
PrecedentePompeilab presenta “Alle nozze, ai balli, ai canti!”
SuccessivoDomenica 14 giugno la Festa dell’Escursionismo “Get Vallo di Diano”
avatar
Pubblicista, con formazione scolastica classica e frequenza universitaria presso l'Ateneo Federico II di Napoli (corso di Laurea in Filosofia). Dal 2003 "Aml" è nato, giornalisticamente parlando, con il settimanale diocesano della Curia di Napoli "Nuova Stagione". Successivamente collabora con Cronache di Napoli, con Metropolis, con Napoli Più, svolgendo nel contempo attività di pubbliche relazioni e portavoce di politici. Impegnato nel sociale nel 2003 ha preso parte ad un progetto sociale per il recupero di minori a rischio promosso dall'associazione onlus "Figli in Famiglia" in collaborazione con il Tribunale per i Minori di Napoli. Ha curato eventi di solidarietà per associazioni onlus in favore di noti ospedali partenopei in collaborazione con l'Ubi Banca Popolare di Ancora. Ha diretto la trasmissione televisiva "Riflettori su Ercolano" (a sfondo sociale) per Tele Torre. Profondo conoscitore della strada e dei complessi meccanismi sociali che caratterizzano le problematiche di Napoli e della sua provincia, da anni collabora attivamente con il Gazzettino vesuviano.