Il rilancio di Ercolano passa attraverso l’impegno fattivo e l’amore per la città

294

Loredana Gargiulo.Pensiero e azione, concretezza e continuità: questo l’esempio profuso a Ercolano dall’esponente della quota rosa in seno al Pd Loredana Gargiulo. Toga attenta alle esigenze cittadine Gargiulo ha presenziato infatti in qualità di legale del Comitato di quartiere via Semmola all’incontro tenuto con l’ Ente Comune  e la SAM (società autostrade meridionali) in relazione alla messa in sicurezza e alla bonifica di un’opera logistica che ha creato e sta creando innumerevoli disagi ai residenti.

Al di la di considerazioni legate alla portata numerica delle preferenze che promuovono o bocciano formalmente un consigliere, Gargiulo ha impresso a caratteri indelebili nelle coscienze ercolanesi un monito all’agire in difesa della comunità sempre e comunque. Con l’incisività di un intervento professionale che non è mai venuto meno negli anni l’esponente del Pd locale ha dimostrato come la sobrietà dei movimenti, la discrezione della presenza e la buona fede dei gesti possano fare la differenza in positivo a tutto vantaggio dei residenti.

Ercolano criticata, ingiuriata, scissa da vergognose campagne elettorali ma capace poi di offrire grandi prove di umanità e spirito di sacrificio in difesa delle sacrosante rivendicazioni di chi non si è mai sentito cittadino di serie B.

Lusinga l’idea che il neo sindaco Ciro Buonajuto possa contare all’interno del partito di figure in rosa tanto determinate a “far bene” dal non interrompere nemmeno per un attimo la lotta pacifica nelle aule di giudizio all’approssimazione governativa di chi evidentemente in passato ha guidato la città con eccessiva superficialità.

Si dice che il calice della vita lo si può vedere mezzo vuoto o mezzo pieno: ebbene sono in tanti oggi a vedere la coppa colma di quella positività e di quell’amore per i luoghi che Loredana Gargiulo sta trasmettendo ai propri concittadini. In sintesi: a prescindere dalla politica brava Loredana, Ercolano ha bisogno di figli tanto innamorati della propria terra e capaci professionalmente di tutelarla.

Alfonso Maria Liguori

Share
Condividi
PrecedenteCastellammare: museo e scuola di archeologia per rilanciare Stabiae
SuccessivoIsola ecologica a Poggiomarino. L’assessore: «Ora riduzione della tassa sui rifiuti»
avatar
Pubblicista, con formazione scolastica classica e frequenza universitaria presso l'Ateneo Federico II di Napoli (corso di Laurea in Filosofia). Dal 2003 "Aml" è nato, giornalisticamente parlando, con il settimanale diocesano della Curia di Napoli "Nuova Stagione". Successivamente collabora con Cronache di Napoli, con Metropolis, con Napoli Più, svolgendo nel contempo attività di pubbliche relazioni e portavoce di politici. Impegnato nel sociale nel 2003 ha preso parte ad un progetto sociale per il recupero di minori a rischio promosso dall'associazione onlus "Figli in Famiglia" in collaborazione con il Tribunale per i Minori di Napoli. Ha curato eventi di solidarietà per associazioni onlus in favore di noti ospedali partenopei in collaborazione con l'Ubi Banca Popolare di Ancora. Ha diretto la trasmissione televisiva "Riflettori su Ercolano" (a sfondo sociale) per Tele Torre. Profondo conoscitore della strada e dei complessi meccanismi sociali che caratterizzano le problematiche di Napoli e della sua provincia, da anni collabora attivamente con il Gazzettino vesuviano.