Riflessioni, percorsi e laboratori a Napoli per la “Giornata del Rifugiato”

215

evento RiflessioniPercorsiLaboratoriDue giorni di testimonianze e contaminazioni artistiche promossi dal Tavolo di Cittadinanza del Comune di Napoli e dagli enti promotori dei progetti Lab-house e Passi, per sensibilizzare l’opinione pubblica sulle condizioni di rifugiati e richiedenti asilo costretti da guerre, discriminazioni e violazioni dei diritti umani a fuggire dalla propria terra.

Questo l’obiettivo di RiflessioniPercorsiLaboratori, iniziativa nell’ambito della Giornata Mondiale del Rifugiato, che si svolgerà a Napoli mercoledì 24 e giovedì 25 giugno 2015 presso la sede del Ceicc, Via Partenope 36, e al Maschio Angioino.

Temi centrali della due giorni saranno la tutela dei diritti dei minori stranieri non accompagnati e le buone prassi di cittadinanza attiva e dialogo interculturale tra le comunità migranti e i cittadini europei attraverso percorsi di condivisione sociale e artistica.
Durante l’iniziativa che sarà aperta dal Sindaco Luigi De Magistris e vedrà la partecipazione, tra gli altri, di Roberta Gaeta Assessore alle Politiche Sociali del Comune di Napoli, verrà presentata la prima stesura della “Carta di Napoli” sulle politiche di integrazione e si affronteranno anche temi come il superamento del regolamento di Dublino e le nuove normative UE sull’immigrazione.
Il 25 giugno l’evento si trasferisce al Maschio Angioino dove si terrà la conferenza di conclusione del progetto Lab-house FEI 2013 “Cittadinanza Attiva e Dialogo Interculturale, orizzonti per le politiche di integrazione”, seguito dalla piece “Otto prologhi e mezzo per Nick Bottom” a cura della Compagnia teatrale di K, realtà di giovani italiani e migranti che rielabora il vissuto individuale delle migrazioni in chiave artistica.

In chiusura della due giorni, con la presenza del Sindaco Luigi de Magistris, sul palco del Maschio Angioino, si esibiranno ‘O Rom e i Radiodervish che presenteranno il loro ultimo lavoro “Cafè Jerusalem”.