Ok dai giudici al condono edilizio: sblocco per 300mila pratiche

347

ruspeCondono edilizio: i giudici danno ragione all’ex governatore della Campania Stefano Caldoro e danno il via alla risoluzione di pratiche giacenti da decenni.

La Corte Costituzionale con sentenza 117 del 25 giugno ha respinto il ricorso del governo Renzi contro la Regione che nell’agosto scorso aveva deciso di dare tempo ai Comuni fino al 31 dicembre per risolvere le pratiche relative ai Regione_Stefano_Caldoro_5condoni del 1985 e del 1994.

Si tratta di almeno 300mila pratiche giacenti da trenta anni che saranno chiuse, e quindi gli abusi saranno regolarizzati mentre i Comuni faranno cassa con i relativi oneri e i proprietari potranno vendere e magari ricomprare.

Nel 2014, la Regione ha dato tempo ai Comuni fino al 31 dicembre 2015 per chiudere gli incartamenti.

E ha di fatto stabilito che le amministrazioni locali devono dire sì a tutti gli abusi realizzati al di fuori delle aree sottoposte a vincoli inedificabilità assoluta.

Spazio anche a una procedura ‘sprint’ che prevede una autocertificazione.