“Fatti furbo”: Federalberghi contro i siti di prenotazione online

176

748341-computer“Fatti furbo”. E’ la campagna di Federalberghi nazionale per un turismo responsabile e vicino agli utenti. Anche Federalberghi Costa del Vesuvio appoggia e sostiene la campagna mediatica estiva lanciata a livello nazionale e ripresa dall’organizzazione regionale che raggruppa gli albergatori campani.
Un atto che rappresenta una chiara e netta presa di posizione nei confronti di Booking.com, proprio nel periodo in cui entrano in vigore le nuove regole sullaParity rate stabilite dall’Antitrust.

“In attesa che, come in Francia, si arrivi all’abolizione per legge delle clausole che impediscono di proporre in chiaro sul sito del proprio hotel soluzioni più vantaggiose di quelle imposte dalle multinazionali dell’intermediazione – ha dichiarato la presidente di Federalberghi Costa del Vesuvio, Adelaide Palomba – invitiamo chiunque voglia soggiornare in Costa del Vesuvio a contattare direttamente le strutture, così da superare lo strapotere tariffario dei portali e ottenere prezzi più convenienti.

Siamo convinti della validità pratica di questa iniziativa e lanceremo una campagna di comunicazione e informazione ai nostri soci per renderli edotti sulle corrette modalità di attuazione delle nuove disposizioni. Il contatto diretto con gli alberghi potrebbe essere il modo più semplice e logico per risparmiare viaggiando meglio, specie si si tratta di un periodo di vacanza medio – lungo, nel quale l’albergatore potrebbe offrire tariffe più vantaggiose; mantenendo sempre alti gli standard di sicurezza della prenotazione e di miglior rapporto qualità/prezzo”.