Castellammare: “Apertura della funivia del Faito nel 2016, fatto concreto”

192

funivia faito“La riapertura della Funivia del Faito da oggi è un fatto certo. Finalmente si cambia passo: dopo la politica degli annunci, spesso senza seguito, che ha segnato gli ultimi anni di governo regionale, il Presidente De Luca ha invece indicato tempi e modalità degli interventi necessari alla riattivazione di una infrastruttura straordinaria e storica, nel cuore di tanti turisti e cittadini campani”.

Così Antonio Marciano, consigliere regionale PD e Questore dell’ufficio di Presidenza della Campania, dopo la conferenza stampa di Vincenzo De Luca sulla riattivazione della Funivia del Faito.

“È per me davvero motivo di orgoglio che la riattivazione della Funivia sia uno dei primi provvedimenti del nuovo governo regionale: una vertenza che ho seguito costantemente con interrogazioni all’ex Presidente e all’ex Assessore ai Trasporti, petizioni e manifestazioni pubbliche, da quando ormai due anni fa abbiamo costruito, d’intesa con associazioni e operatori locali, una piattaforma che guardasse al recupero complessivo del Monte Faito, partendo proprio dal rilancio dell’infrastruttura.

Una battaglia che ha anche un valore simbolico, per sottrarre spazio e terreno alle camorra e alla criminalità organizzata che imperversa sull’area e ha tutto l’interesse a mantenere l’abbandono attuale, e che passa attraverso il recupero e la valorizzazione delle strutture e delle aree pubbliche sulla montagna, la riapertura dell’antica strada da Quisisana, un piano sperimentale e coordinato di lotta al randagismo, la tutela della foresta”, spiega il consigliere.

“Come abbiamo spesso ribadito, la Campania può diventare il più grande distretto turistico al mondo se si interviene su più livelli: mobilità, qualità dei servizi e dell’accoglienza, tutela e valorizzazione dei tratti di costa e del paesaggio, differenziazione dell’offerta, strumenti di coordinamento locale per gestire meglio le filiere”, conclude Marciano.

Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano