Una coalizione in rosa “per Ercolano, con Ercolano”, sempre la fianco di Buonajuto

242

comune-ercolanoAla rosa del Pd a Ercolano pronta alla “cordata” per il benessere comunitario.  Le signore del Pd potrebbero decidere di unire positivamente le proprie energie e creare una cordata che investa direttamente sulle capacità umane e professionali di autorevoli membri del partito.

Colomba Formisano
Colomba Formisano
Loredana Gargiulo
Loredana Gargiulo

Colomba Formisano, Loredana Gragiulo, Carmela Saulino: due camici bianchi e una toga, tutte stimate professioniste in città, a cui potrebbero aggiungersi altre componenti del Pd non che esponenti di altri schiarimenti politici. Tra i tanti nomi quello della professoressa Angela Calvanico di SEL, particolarmente sensibile alle problematiche indigene e nello specifico ad una corretta alfabetizzazione delle fasce sociali cosiddette a rischio.

“Nessuna scissione o frattura interna – precisato Loredana Gargiulo – ci mancherebbe altro. Semplicemente la concretizzazione del messaggio meritocratico lanciato in periodo elettorale dal nostro sindaco Ciro Buonajuto al quale guardiamo con fiducia e stima. Una sfida che vedrebbe noi donne protagoniste in prima persona di una pacifica

Carmela Saulino
Carmela Saulino
Angela Calvanico
Angela Calvanico

lotta all’immobilismo, alla dispersione sociale e alla illegalità.  I tempi impongono una sinergia d’intenti assoluta per il bene della città e iniziative del genere non devono essere viste quale volontà di separazione ma al contrario di valorizzazione delle comuni risorse.

Insomma una cellula pulsante in rosa all’interno di un Pd che deve continuare a dare risposte concrete ai tanti ercolanesi che democraticamente l’hanno premiato alle urne”.

Il messaggio di Gargiulo è inequivocabile: nessuna rottura ma al contrario potenziamento interno e possibilità di far bene in quota rosa.

“Mi auguro però – ha concluso Gargiulo – che ancora una volta questa interessante proposta non diventi occasione di inutile polemica e fraintendimenti, altrimenti saremmo costretti a ipotizzare  una regia maligna e ben organizzata a monte delle critiche sterili che troppo spesso accompagnano il pensiero di qualche rappresentante politico. Per Ercolano, con Ercolano: il resto francamente poco interessa”.

Alfonso Maria LIguori

Condividi
PrecedenteAl mare è allarme meduse
SuccessivoRapina in farmacia, il basista è la moglie del rapinatore
avatar
Pubblicista, con formazione scolastica classica e frequenza universitaria presso l'Ateneo Federico II di Napoli (corso di Laurea in Filosofia). Dal 2003 "Aml" è nato, giornalisticamente parlando, con il settimanale diocesano della Curia di Napoli "Nuova Stagione". Successivamente collabora con Cronache di Napoli, con Metropolis, con Napoli Più, svolgendo nel contempo attività di pubbliche relazioni e portavoce di politici. Impegnato nel sociale nel 2003 ha preso parte ad un progetto sociale per il recupero di minori a rischio promosso dall'associazione onlus "Figli in Famiglia" in collaborazione con il Tribunale per i Minori di Napoli. Ha curato eventi di solidarietà per associazioni onlus in favore di noti ospedali partenopei in collaborazione con l'Ubi Banca Popolare di Ancora. Ha diretto la trasmissione televisiva "Riflettori su Ercolano" (a sfondo sociale) per Tele Torre. Profondo conoscitore della strada e dei complessi meccanismi sociali che caratterizzano le problematiche di Napoli e della sua provincia, da anni collabora attivamente con il Gazzettino vesuviano.