Papa Francesco incorona la Madonna della Consolazione di San Valentino Torio

0
482

benedizione madonna san valentinoEmozioni intense, sensazioni suggestive, lacrime di gioia, sono il condensato del pellegrinaggio compiuto sulla tomba di San Pietro a Roma dalla sacra effige di Santa Maria della Consolazione, la venerata protettrice di San Valentino Torio.

Mercoledì 2 settembre 2015 durante l’udienza del Papa, hanno preso parte oltre cinquecento fedeli provenienti da San Valentino e dai comuni limitrofi. Circa 10 pulman sono partiti in nottata dalla Villa comunale. Accanto a Papa Francesco, nella foto che benedice la statua, il sindaco della città degli innamorati ing. Michele Strianese e dal parroco don Alessandro Cirillo e soprattutto lei, la sacra effige della Consolazione, appena restaurata.

In Piazza San Pietro, la benedizione e l’incoronazione della Madonna da parte del Papa, il primo di una serie di eventi che entusiasmeranno il popolo di San Valentino, esprimendo l’immensa gioia per il tributo di venerazione autentica riservata alla Madonna. Ieri sera, la statua è stata accolta nell’area delle Cooperative edilizie di Via Da Vinci, dove è stata celebrata la Santa Messa presieduta dal vescovo diocesano Mons. Giuseppe Giudice, il quale ha dato inizio ai festeggiamenti che si protrarranno sino a martedì 8, quando al termine della santa messa vi sarà il rientro della venerata immagine nella sua Chiesa Congretizia dopo un anno di assenza dalla stessa e dove il sindaco a nome di tutta la comunità pronuncerà l’atto di affidamento. Per l’occasione, l’amministrazione comunale ha proceduto ad una manutenzione straordinaria delle strade.

“Mercoledì e’ stata davvero una giornata storica per il nostro paese. Una giornata faticosa ma emozionante. Unica. Il nostro Papa – ha dichiarato il sindaco – mi ha stretto la mano dicendo che tutti i regali che gli abbiamo portato “andranno ai poveri”. Un grande insegnamento.

Raffaele Massa

Condividi
PrecedenteSan Marzano sul Sarno: al via alla manutenzione delle caditoie stradali
SuccessivoMiss e Mister Magma: la kermesse sbarca a Saviano
avatar
Classe 1997, studente e consigliere didattico di lettere presso l’università degli studi di Salerno, cerco di diffondere la buona, sana e critica notizia attraverso "Il Gazzettino Vesuviano". Vivo a Striano, studio musica, organizzo eventi e pratico il volontariato in numerose associazioni della mia città. Segni particolari? Mi ritengo una persona molto schietta, scherzosa, professionale al momento opportuno e che dà il 200% in tutto quello che fa. Credo di essere anche una persona precisa e metodica. Difetti? Eccome se ne ho! Se dovessi trovare una frase o una citazione che mi rispecchi, direi: “Lasciare il mondo un po’ migliore di come lo abbiamo trovato” (Baden Powell).