Torre Annunziata: fervono i preparativi per “Oplontis, fascino e bellezza”

387

Le 'centauresse' di OplontisRilancio. Questa è la parola d’ordine a Torre Annunziata. Infatti, continuano senza sosta i preparativi per la mostra archeologica “Oplontis, fascino e bellezza” che si terrà a Palazzo Criscuolo dal prossimo mese di ottobre.

Un’organizzazione curata nei minimi dettagli dall’assessore alla cultura Antonio Irlando il quale, con molto entusiasmo, evidenzia l’importanza che assume la città torrese con questa manifestazione:” E’ il più importante progetto che attualmente abbiamo in città e con il quale puntiamo a risollevare il turismo facendo leva sulle ricchezze del nostro territorio. La città è stata ferma per molto tempo, ora è arrivato il momento di ripartire”.

“In un momento non facile dal punto di vista mondiale – continua l’assessore – per quanto riguarda l’archeologia a causa dell’uccisione di Khaled Al Assaad (archeologo e custode della città di Palmira, brutalmente ucciso dall’Isis), la nostra mostra sarà dedicata proprio a lui in quanto si tratta di un uomo che ha dedicato la sua vita alla difesa del patrimonio culturale del suo paese.”

Tuttavia, la mostra rappresenta un’importante occasione per la città di Torre Annunziata per mostrare all’Italia intera tutte le sue potenzialità dal punto di vista culturale da tempo nascoste. Tanti gli ospiti attesi nella città oplontina, considerato anche che quella torrese è una delle più importanti mostre archeologiche italiane in quanto verranno esposti non solo sculture e oggetti in oro, ma anche affreschi unici e raffinati che mai prima d’ora sono stati mostrati. Le premesse per un grande evento ci sono tutte, e l’attesa aumenta di giorno in giorno, con la speranza che questa manifestazione possa aprire una nuova epoca a Torre Annunziata.

Gennaro Esposito